Busto, botte alla moglie sin dal primo giorno di matrimonio: incubo finito

cerro maggiore incendio sorelle

BUSTO ARSIZIO – Botte e maltrattamenti sin dal giorno del fatidico sì: ennesima donna maltrattata, ennesimo provvedimento di allontanamento a carico di un marito violento. Nelle scorse ore i carabinieri della stazione di Busto Arsizio hanno notificato la misura cautelare personale di «Allontanamento da casa familiare e divieto avvicinamento a parte offesa» nei confronti di un operaio di 35 anni.

Un matrimonio da incubo

Il provvedimento, emesso dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Busto Arsizio, ha accolto integralmente gli esiti delle indagini svolte dai militari bustocchi in seguito della denuncia della moglie del trentacinquenne, una giovane 30enne, che ha raccontato ai militari dei maltrattamenti e delle violenze subite dal marito sin dall’inizio del loro matrimonio, divenuto un vero e proprio incubo per la povera donna. Dopo la denuncia la stessa ragazza, ormai decisa a interrompere la relazione, ha ottenuto – grazie all’ormai fondamentale contributo e collaborazione dell’associazione EVA onlus – di essere collocata in una struttura protetta dove il marito, anche in ragione del provvedimento del divieto di avvicinamento, non dovrebbe più avere contatti con lei.

busto botte moglie matrimonio – MALPENSA24