Il foro di Busto celebra il settantesimo anniversario della Costituzione

busto costituzione anniversario

BUSTO ARSIZIO – Una Costituzione «viva» portata “in scena” da 11 avvocati. Una lezione formativa promossa dall’ordine degli avvocati di Busto Arsizio «che – spiega il presidente Angelo Proserpio – potrebbe essere proposta in tutti i nostri istituti scolastici». Un modo diverso di sottolineare i principi fondamentali affermati dalla «nostra Costituzione – aggiunge Proserpio – principi di libertà e uguaglianza che non devono mai essere dimenticati o dati per scontati».

Una lezione speciale

L’idea si è rivelata vincente da subito: affiancare alla classica lezione frontale sulla Costituzione un secondo momento dove «11 avvocati del foro di Busto Arsizio e di Varese – dice Proserpio – hanno letto, direi quasi interpretato, 11 interventi estratti da quelli formulati dai padri costituenti. Ci è sembrato – prosegue il presidente dell’ordine degli avvocati bustocchi – il modo migliore per celebrare il 70esimo anniversario della nostra Costituzione». Un lungo lavoro ha preceduto questo speciale omaggio. Prima sono stati selezionati gli interventi ritenuti più rappresentanti. Quindi di ciascun intervento è stato fatto un estratto della durata di 7, 8 minuti ciascuno. In tutto la lezione che ha fatto vivere la Costituzione italiana, è durata circa un’ora e mezza. «Abbiamo voluto anche sottolineare quale fosse il modo di fare politica all’epoca – dice Proserpio – i toni mai urlati e estremamente rispettosi utilizzati anche tra avversari come fu, ad esempio, per Togliatti e Croce. Abbiamo voluto sottolineare, insomma, quale fu il clima, il sentire politico dal quale nacque la nostra Costituzione».

«Potremmo coinvolgere le scuole»

Una Costituzione «viva, affatto superata – spiega Proserpio – i cui principi fondamentali sono oggi più attuali che mai. Fu un lavoro straordinario quello portato a compimento 70 anni fa dai padri costituenti». E questa lezione, durante la quale tutti gli 11 avvocati hanno indossato la toga «perché noi siamo parte del sistema giustizia esattamente come i magistrati e difendiamo la giustizia sempre» potrebbe tranquillamente essere portata nelle scuole del territorio. «Gli studenti avrebbero così davvero l’occasione per conoscere la Costituzione. Per vederla, ascoltarla, capirne l’importanza fondamentale. Non è escluso che in futuro potremmo anche proporre questo progetto».

 

busto costituzione anniversario – MALPENSA24