Madonna in Veroncora dà il via alla festa: a Busto tutti in piazza per insalata e ciapi

busto festa madonna veroncora

BUSTO ARSIZIO – Poco dopo le 10 di oggi, lunedì 22 aprile, a Madonna in Veroncora si è aperta ufficialmente l’antica sagra dell’insalata e ciapi «Festa del popolo bustocco, tra fede, tradizione, lavoro e creatività». Per Busto questo è il vero must di Pasquetta. Davanti alla chiesa (la festa serve per raccogliere fondi per migliorare e rendere fruibile durante l’anno la chiesetta che per molti è un punto di riferimento di fede e tradizione) si sono presentati esattamente 92 tra trattori e mezzi agricoli che rombando hanno dato il via alla sfilata tra le vie del centro. Con due tappe fondamentali: la prima in piazza Santa Maria, la seconda in piazza San Giovanni. 

busto festa madonna veroncora

Alla sfilata hanno partecipato 92 trattori

E qui i volontari che «Per tutto l’anno lavorano all’organizzazione della festa», spiegano i diretti interessati hanno distribuito a chi si è presentato senza sgarrare all’appuntamento con la tradizione insalata e ciapi, ovvero insalata e uova, un piatto che in tavola non manca quasi mai il Lunedì dell’Angelo. In fila c’erano parecchi anziani che con questa festa «Siamo cresciuti – spiega Piero Airoldi, 83 anni – Oggi parlano di folclore. Quando ero giovane io era una festa davvero, l’occasione per ritrovarsi in comunità. I mezzi agricoli, che oggi sono potentissimi e tecnologici, erano più modesti. Ma allora, così com’è anche adesso, erano il simbolo del lavoro. Il lavoro duro, quello che ti fa fare fatica anche a Pasqua, perché la terra o la stalla, non si fermano mai». Ma anche tanti giovani. Bambini sui trattori, o che al passaggio dell’impressionante colonna che è poi tornata alla chiesa attraverso via Mazzini, battevano le mani. E ragazzi che ai trattori si avvicinavano, chiedevano spiegazioni. «Il senso della festa è anche questo – spiegano gli organizzatori mentre in piazza Santa Maria illustravano le caratteristiche dei mezzi – Avvicinare i più giovani a un mondo che sembra antico ma che, invece, è in costante evoluzione. Ed è attualissimo». Terminata la distribuzione di insalata e ciapi, la sfilata si è diretta verso Madonna in Veroncora, dove, alle 11.30, al termine della messa, i trattori sono stati benedetti. E poi il momento conviviale con l’apertura degli stand gastronomici e della pizzeria. Nel pomeriggio la festa continuerà con il mercatino dell’hobby, i giochi della tradizione e uno spettacolo di magia. La festa proseguirà sino al 29 aprile con specialità gastronomiche (il 25 aprile cena bustocca con risotto e ossobuco), visite guidate alla chiesa, intrattenimento musicale e sabato 27 aprile tutti di corsa con l’undicesima edizione della StraVeroncora. 

busto festa madonna veroncora

busto festa madonna veroncora – MALPENSA24