Busto, ruba per fame: dopo la denuncia i poliziotti gli pagano da mangiare

gallarate furto scuole marconi

BUSTO ARSIZIO – Ladro di monetine denunciato per furto. Gli agenti del commissariato di polizia di Stato di Busto Arsizio, però, non si sono limitati ad applicare la legge. L’uomo, 64 anni, cinese senza permesso di soggiorno, era in evidenti difficoltà. Non soltanto era palesemente affamato ma mostrava anche qualche problema di salute dovuto all’indigenza. I poliziotti gli hanno quindi comprato del cibo perché il sessantaquattrenne potesse rifocillarsi e lo hanno poi affidato alle cure dei medici perché potesse rimettersi.

Il furto al Tempio Civico

L’uomo era stato visto dalla pattuglia della Volante aggirarsi furtivamente vicino al Tempio Civico di Busto Arsizio. E’ un indigente che vive di piccole elemosine a quanto pare. I poliziotti si sono insospettiti quando, alla vista dell’auto di servizio, il sessantaquattrenne ha cercato di sparire. Gli agenti lo hanno fermato e controllato in via Fratelli d’Italia. In tasca gli hanno trovato un righello con del nastro biadesivo applicato a una delle estremità. E circa 10 euro in monetine. L’uomo ha confessato subito: con quella “canna da pesca” rudimentale aveva prelevato le monetine nella cassetta delle offerte del Tempio Civico.

Accompagnato in ospedale

Ha rubato per fame e per bisogno. Ma ha pur sempre rubato. Gli agenti, quindi, hanno applicato la legge denunciandolo. Salvo poi mettere mano al portafoglio pagando del cibo di tasca propria al sessantaquattrenne e accompagnandolo in ospedale perché potesse essere curato visto che era evidente che non stesse bene.

busto poliziotti denuncia – MALPENSA24