M24 TV Emergenza suicidi in carcere, la Camera Penale di Busto: «La politica dia risposte»

busto suicidi in carcere

BUSTO ARSIZIO Suicidi in carcere, parliamo di una vera e propria emergenza. Parliamo di persone. Quando abbiamo realizzato questa intervista, da inizio 2024, su una popolazione carceraria di circa 62mila persone (in 7 mesi) i suicidi nelle case circondariali italiane erano 49. Oggi siamo a 53.

L’intervista video integrale

Di quest’emergenza parliamo con Samuele Genoni, presidente della Camera Penale di Busto Arsizio, e Lorenzo Parachini, responsabile Osservatorio Carcere della Camera Penale di Busto Arsizio e componente dell’Osservatorio Carcere nazionale, ospiti negli studi di M24 TV. Numeri, problematiche, dal sovraffollamento alla carenza di personale. In ogni ambito: dall’area trattamentale alla polizia penitenziaria. E l’impegno della Camera Penale di Busto (così come quello delle Camere Penali di tutta Italia) a chiedere un intervento per fermare l’emorragia di vite. E la politica cosa ha risposto? «Nulla di concreto. Non ha risposto». La politica non risponde ma picchia sulla pancia del Paese per ottenere consensi.

La politica che non risponde

Fissiamo dei paletti: buttare la chiave non è possibile, chi dice questa cosa afferma l’irrealizzabile, la finalità della pena in Italia, costituzionalmente sancita, è rieducativa. I dati dicono che i detenuti che hanno un’alternativa possono farcela. Scontata la pena i detenuti escono. Ci chiediamo: «Che tipo di persone vogliamo tornino in società?» Qualcuno che ha imparato il valore del lavoro e ha la possibilità e gli strumenti per vivere in società senza più delinquere o qualcuno che non ha alternative?

Suicidi in carcere, la Camera Penale di Busto: “Non c’è più tempo per fermarli”

busto suicidi in carcere – MALPENSA24