«No alla violenza sulle donne»: un flash mob in piazza a Castano

castano flash mob donne

CASTANO PRIMO – “No”, “Stop”, “Basta”: un coro unanime che si è levato forte e chiaro nella centralissima piazza Mazzini a Castano Primo. Gli uni affianco agli altri, nel cuore della città, gli studenti dell’istituto superiore Torno, la cooperativa Albatros, il Consultorio Familiare, l’assessore Sabrina Gaiera e poi la cittadinanza, per ribadire ancora una volta “noi ci siamo” e soprattutto per porre l’attenzione su quelle donne vittime di abusi e maltrattamenti, di ragazze che ce l’hanno fatta e di chi purtroppo oggi non c’è più, uccisa da un marito, da un fidanzato, da un compagno, da un amico o da un familiare.

Scuola, cooperative e cittadini insieme

Quando è stato il momento di far sentire la loro voce, insomma, eccoli scendere ancora una volta e di nuovo in campo, in prima persona. Un flash mob che li ha visti darsi appuntamento in mattinata e tutti assieme gridare appunto quel “No” che oggi (in occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne), ma più in generale ogni giorno dovrebbe essere continuamente ripetuto. I cartelli rossi al collo (con i nomi delle donne vittime di violenze, pronunciati uno ad uno), quindi il suono del tamburo e del sassofono di sottofondo e i palloncini lanciati verso il cielo hanno richiamato le attenzioni, accompagnati dal messaggio più importante: “Il Torno dice no alla violenza di genere”. “Il Torno dice no alla violenza sulle donne”.

Denuncia e condivisione da parte di tutti

“Anche quest’anno abbiamo voluto essere in piazza, perché da sempre pensiamo che ci debba essere accanto all’approfondimento del tema specifico, un momento di denuncia e condivisione da parte di ciascuno – ha commentato il sindaco Giuseppe Pignatiello – Ci auguriamo, pertanto, che il 25 novembre sia tutti i giorni e che se passate, dunque, in piazza quei foglietti rossi e quei nomi possano essere un monito per dire mai più violenze, adesso, domani e sempre”.

castano flash mob donne – MALPENSA24