Castano, “Dobbiamo fare un controllo all’acqua”. Ma è una truffa

Truffa acqua casorate

CASTANO PRIMO – «Signora, dobbiamo verificare una presunta contaminazione dell’acqua. Adesso controlliamo, così siamo più tranquilli»… Ma è una truffa. Il copione, insomma, è sempre o quasi lo stesso; il tempo, poi, di farsi aprire la porta ed eccoli entrare in azione. Di nuovo, ancora, stavolta però a Castano Primo. In due (maschi e accento italiano), a quanto sembra uno vestito da tecnico, l’altro, invece, da forze dell’ordine, hanno colpito proprio questa mattina, 28 novembre.

Erano in due

«Salve, ci sono stati segnalati alcuni problemi all’acqua. Non si preoccupi, facciamo un accertamento per sapere se sia tutto a posto oppure no» (chiedendo, contemporaneamente, di annusare una sostanza per capire se si senta lo stesso odore nell’abitazione): sarebbero state queste, più o meno, le parole pronunciate. Un copione già visto e rivisto in molti altri casi, ma che ancora purtroppo ha fatto centro, perché una volta in casa i balordi sono riusciti a distrarre la vittima (una pensionata), portandole via pare denaro contante ed altri oggetti di valore, prima di allontanarsi facendo perdere le loro tracce.

La Polizia locale sta indagando

Subito l’episodio è stato segnalato alla Polizia locale, però quando gli agenti sono arrivati in zona, ormai i truffatori erano spariti nel nulla. Le indagini, comunque, proseguono: gli uomini del comando di piazza Mazzini stanno svolgendo tutti gli accertamenti, per cercare di dare un volto e un nome agli autori della truffa, e allo stesso tempo lanciano un appello alla cittadinanza a non aprire la porta agli sconosciuti e, qualora qualcuno si presenti davanti alla vostra abitazione, informandovi di un problema, come in questo caso all’acqua oppure al gas, ecc… chiamare immediatamente le forze dell’ordine o gli uffici competenti per chiedere spiegazioni a riguardo.

castano truffe anziani – MALPENSA24