Castellanza, caso asili nido: fallisce anche il tentativo di conciliazione in prefettura

Asilo nido soldini castellanza

CASTELLANZA – Sul nido Soldini è muro contro muro. Anche il tentativo di conciliazione avvenuto l’altro giorno in prefettura a Varese non ha dato esito positivo. E domani pomeriggio, davanti all’asilo di via Veneto si terrà un presidio indetto dai sindacati, dai lavoratori preoccupati e a questo punto in agitazione. Presidio al quale arriveranno anche le minoranze.

Nel frattempo l’amministrazione per voce del sindaco Mirella Cerini fa sapere che «sulla tutela dei dipendenti dell’asilo nido abbiamo fatto tutto ciò che potevamo. Abbiamo modificato la durata della gestione da parte della realtà che si aggiudicherà il bando, proprio per mettere ai dipendenti prossimi alla pensione di raggiungere qual traguardo; abbiamo dato la disponibilità a coprire la differenza salariale così da non penalizzare economicamente i lavoratori, abbiamo anche inserito l’obbligo di avere garanzie sulle assunzioni. Insomma abbiamo accolto tutte le esigenze che ci sono state sottoposte. Ma a quanto pare la contrarietà della scelta non sta nella sostanza, ma è ideologica. E su questo l’amministrazione nulla può fare».

Insomma è un muro contro muro, che nemmeno davanti al prefetto di Varese è stato scalfito. Tanto che domani le sigle sindacali hanno dato appuntamento davanti al Soldini per manifestare i ribadire motivi per cui contestato le scelte di palazzo Brambilla.

castellanza asili nido prefettura – MALPENSA24