Code e malori, altra mattina di passione al cup dell’ospedale di Busto

code cup ospedale

BUSTO ARSIZIO – Code, caldo e qualche malore. Quella appena trascorsa è stata un’altra mattinata di passione al Cup dell’ospedale di Busto Arszio. Passione per gli utenti, che hanno dovuto attendere anche tre ore prima del proprio turno e per gli operatori, alle prese con il nuovo sistema informatico di prenotazione, che di ingranare non ne vuole proprio sapere.

E’ stata una lunga mattina per chi oggi si è recato al Centro unico di prenotazione per fissare un esame ospedaliero. A fare da tappo e dilatare all’impossibile l’attesa per il proprio turno il nuovo applicativo, da poco cambiato e che, fin dal suo esordio, si è subito rivelato ostico. Ad innalzare poi il livello di esasperazione della gente ci si è messo al il caldo. «Sono rimasto in attesa per quasi tre ore e un paio di persone in coda hanno accusato leggeri malori. Nulla di grave. Credo dovuti al caldo e alle lunghe attese – ha raccontato un utente – Io sono arrivato verso le 10 e sono uscito con gli esami prenotati solo poco prima delle 13».

Insomma, una situazione migliore rispetto a quella di qualche giorno fa, quando gli sportelli hanno dovuto sforare di gran lunga gli orari di chiusura per smaltire le utenze, ma comunque sempre piuttosto pesante. «Più che di indignazione sarebbe opportuno parlare di rassegnazione – confida un utente anche lui in coda al Cup – appena sono arrivato questa mattina ho subito capito che avrei buttato via la mattinata. E tutto questo per prenotare un esame».

E se al di qua della linea dove stanno le utenze bisogna armarsi di tanta pazienza, al di là, dove lavorano gli operatori non mancano certo i problemi. Alcune criticità sono dovute al nuovo sistema con il quale prendere confidenza, altre invece causate, come accaduto, da guasti non preventivabili.

Insomma l’applicativo che dovrebbe rendere le prenotazioni più rapide, oltre a dare la possibilità di riservare un esame nei vari ospedali dell’azienda indipendentemente dal cup di riferimento, sta facendo pagare lo scotto dell’esordio. La speranza di tutti però è che i tempi di rodaggio siano corti e non come qualcuno ha sussurrato questa mattina che, per entrare a regime, ci vorrà ancora qualche settimana.

 

code cup ospedale – MALPENSA24