Da Montagnoli a Montagnoli, Arsago al voto nel segno della continuità

Montagnoli elezioni arsago

ARSAGO SEPRIO – Sarà un altro Montagnoli a indossare la fascia tricolore di Arsago Seprio per i prossimi cinque anni? Al momento manca ancora l’ufficialità, ma salvo sorprese dell’ultima ora sarà Fabio Montagnoli, attuale consigliere delegato alla Polizia locale a raccogliere la pesante eredità di Claudio Montagnoli, il più longevo primo cittadino nella storia del paese in scadenza del suo quarto mandato.

Continuità in maggioranza

Il nome di Fabio Montagnoli come possibile candidato sindaco dell’attuale maggioranza trapela ormai da tempo. La scelta, negli ultimi mesi, si era ormai ristretta a due candidati. Oltre a lui c’era in lizza l’attuale vicesindaco Martino Rosso che, però, avrebbe rifiutato l’offerta in quanto gli impegni professionali lo tengono troppo tempo lontano da Arsago.

Senza sfidanti?

Con Claudio Montagnoli che, per scelta personale, ha deciso di restare fuori dai giochi (non sarà nemmeno candidato in lista), Fabio Montagnoli e il suo gruppo civico stanno dialogando con la Lega, oggi unica forza d’opposizione, per trovare in vista dell’appuntamento elettorale del 26 maggio un accordo basato non sui simboli, ma sulle persone e sui programmi. In caso si arrivasse a un’intesa potrebbe dunque esserci una sola lista capace di riunire i due attuali gruppi consigliari (Con noi per Arsago e Lega). E gli sfidanti? E’ vero che mancano ancora quattro mesi al voto, ma in paese non si notano movimenti tali da lasciare intravedere nuovi attori in gioco. Se dunque l’attuale maggioranza trovasse l’intesa con la Lega, non è escluso che il prossimo 26 maggio ci possa essere un solo simbolo sulla scheda. Per Arsago non sarebbe nemmeno una novità. Già Claudio Montagnoli, al suo secondo mandato nel 1999, vinse senza avversari. Con un altro Montagnoli, la storia potrebbe ripetersi vent’anni dopo.

Montagnoli elezioni arsago – MALPENSA24