Eicma 2018: la rivoluzione è Italian Volt, la moto elettrica di Gallarate

italian volt moto

GALLARATE – Il cuore della rivoluzione green nel mondo delle due ruote batte a Gallarate. All’interno del complesso industriale dell’ex Bellora sorge infatti Italian Volt, una start up dal respiro internazionale che punta a conquistare il mondo delle moto elettriche con un modello di nuova concezione, completamente personalizzabile grazie alle carene realizzate con la stampante 3D,  ma soprattutto con prestazioni finalmente convincenti, a tal punto da persuadere anche i tradizionalisti a spostarsi sull’elettrico. Con i competitor non teme paragoni. Italian Volt (nella foto di Studio 462) è tra i pezzi pregiati in esposizione a Eicma 2018, il Salone della moto di Milano inaugurato oggi alla Fiera di Rho Pero. Due modelli si possono ammirare agli stand di Momo Design e Motociclismo.

Il lancio sul mercato

Il prototipo è arrivato alla fase dell’omologazione. Dopo due anni di ricerca e di continui test in pista, Italian Volt è pronta ad andare in produzione nel 2019.  Perché se il basso voltaggio ha reso possibile l’invasione dei motorini elettrici sul mercato, molto più complesso è stato invece costruire un mezzo a prestazioni elevate, dove l’alto voltaggio deve convivere con gli spazi ridotti di una moto, in cui collocare le batterie.  Al progetto Italian Volt lavorano oggi circa 15 persone, tutti tecnici provenienti dal Politecnico di Milano, molti di loro con esperienze in Cina e negli Stati Uniti. Un team, creato attorno ai due fondatori Valerio Fumagalli e Nicola Colombo, che vede Alessandro Miraglia come Executive Vp Operations, Simone Rambaldi come capotecnico e Teodoro Ragazzi come senior designer.

Le prestazioni

La moto rispetta le specifiche e le performance definite nella prima fase progettuale: motore da 100 kilowatt (140 cavalli), 200 Newton/metro all’albero che garantiscono un’accelerazione impressionante (da 0 a 100 ben al di sotto dei 5 secondi), una velocità massima calibrata attorno ai 180 chilometri orari (ma potrebbe raggiungere ben altri livelli) e un peso complessivo di 250 chilogrammi, di cui 100 soltanto di batteria. Italian Volt garantisce un’autonomia di 200 chilometri e una ricarica molto rapida: 4 ore con una presa normale, soltanto 30 minuti con il Fast Charge.

Customizzazione completa

Si tratta naturalmente di un prodotto di nicchia, a partire dal prezzo che si aggirerà attorno ai 40mila euro. Elevato? Fino a un certo punto, perché con una moto elettrica si riducono drasticamente i costi di manutenzione e di rifornimento. Oltretutto dal garage di Italian Volt escono dei prodotti completamente customizzati, dunque le spese accessorie per la personalizzazione del mezzo non sono più da contemplare. «Ogni progetto è fatto su misura del cliente», spiega Alessandro Miraglia, Executive Vp Operations. Le carene, realizzate con un materiale composito fatto di fibra di carbonio e nylon, vengono stampate a iniezione con una grossa stampante 3D. E il disegno, dalle carene fino all’ultimo dettaglio dello specchietto, viene scelto dal cliente insieme al designer Teodoro Ragazzi. Ogni moto, dunque, non sarà mai uguale all’altra.

italian volt moto – MALPENSA24