A Fagnano Catelli mette tutti d’accordo: anche Forza Italia fa un passo indietro

fagnano gigante materna besana

FAGNANO OLONA – Il centrodestra in un colpo solo ha trovato candidato sindaco, nuovo nome del gruppo e anche la quadra sulla composizione della lista. Insomma il tassello Elena Catelli pare abbia avuto l’effetto di rimettere ordine allo scompiglio delle settimane spese alla ricerca del capitano. Tanto che anche Forza Italia, la quale a più riprese ha avanzato la richiesta di avere tre assessori in giunta in caso di vittoria, alla fine ha fatto un passo indietro: i berlusconiani in giunta saranno due. Come due saranno gli assessori della Lega e uno in rappresentanza di Fratelli d’Italia.

E se per la giunta lo schema tattico è il 2-2-1, in lista gli equilibri saranno garantiti da 7 candidati per Lega e 7 per Forza Italia e 2 di Fratelli d’Italia. Numeri che nei prossimi giorni si trasformeranno in nomi, quelli dei candidati, che verranno presentati l’11 aprile prossimo. E dove non mancheranno esponenti della società civile, ovvero fagnanesi “d’area”, ma non necessariamente con in tasca la tessera di partito.

Al momento, per quanto riguarda le candidature, vengono date per possibili quelle dei tre punti di riferimento di Forza Italia in paese, ovvero Giacomo Navarra, Angelo Saporiti e Gabriele Moltrasi, oltre che, come quote rosa, quelle di Piera Stevenazzi ed Elena Corio. Dovrebbero far parte della partita anche i leghisti Fabio Beltemacchi, il segretario cittadino del Carroccio Fausto Bossi ed Elena Carraro, il cui nome era già stato messo sul tavolo come possibile candidata a sindaco e che è si è messa a disposizione della squadra anche nel momento in cui l’ipotesi candidatura è tramontata. I giochi però sono ancora tutti aperti e da qui all’ufficializzazione della lista potrebbero non mancare sorprese, anche perché, più di un esponente del gruppo fa sapere che il problema (ammesso che sia un problema) è di abbondanza, ovvero c’è un’ampia possibilità di scelta. E questa verrà fatta su una serie di criteri: le competenze, la disponibilità di tempo a impegnarsi nella vita amministrative e l’area di residenza, nel senso che l’obiettivo è allestire una squadra bilanciata e che rappresenti l’intero paese, con tutte le sue frazioni e zone.

fagnano catelli forza italia – MALPENSA24