A Fagnano 10 milioni di euro bruciati col gioco d’azzardo nel 2017

fagnano gioco azzardo

FAGNANO OLONA – Il gioco d’azzardo in paese ha bruciato oltre 10 milioni di euro nel 2017. Sono numeri che fanno spavento. Tanto più se si pensa che stiamo parlando di un Comune, quello di Fagnano Olona, che non arriva a 13 mila abitanti.

Una piaga sociale difficile da combattere, ma contro la quale l’amministrazione, in collaborazione con l’associazione Azzardo e nuove dipendenze, ha messo in campo una serie di iniziative, l’ultima delle quali è la realizzazione di un murales, che non è certo passato inosservato sia per il messaggio lanciato, sia per la posizione in cui è stato realizzato: su un muro del posteggio comunale di via Bellini, non lontano da una sala slot.

Numeri da paura

Secondo i dati forniti da Amms (Agenzia delle dogane e dei monopoli), nel 2017, a Fagnano ben 5.610.284,59 euro sono stati spesi alle slot e 2.960.388,39 nelle Vlt. A questi si aggiungono 1.423.403,08 euro finiti nelle lotterie istantanee e 3.091,41 euro nelle lotterie tradizionali. E questi sono dati in crescita rispetto al 2016.

«Sono cifre esorbitanti –  interviene l’assessore alla Cultura, Pubblica istruzione e Politiche giovanili Giuseppe Palomba – tanto più se pensiamo che a buttare così tanto denaro nel gioco d’azzardo ci sono anche i cittadini di Fagnano. Persone che inseguendo l’illusione di una vincita o la speranza di cambiare la propria vita, ma che in realtà finiscono per privare di risorse e di possibilità sé stessi, la propria famiglia, i propri figli, cambiando il proprio futuro purtroppo in peggio».

#azzardotivinco

Sconfiggere l’azzardopatia non è facile, ma si può fare. «L’immagine scelta per Fagnano, un uomo schiacciato da una fiche, ben rappresenta il peso che le persone che si sono ammalate o che si ammaleranno di azzardo sopportano, che si aggiunge al peso che investe i loro familiari», afferma Daniela Capitanucci, socio fondatore dell’associazione And-Azzardo e Nuove Dipendenze.

Capitanucci ha seguito dal punto di vista scientifico il progetto e i lavori di progettazione e realizzazione del murales: «Proprio a loro ci rivolgiamo per dire che è possibile affrontare il problema». E non ci si ferma certo al murales. A Fagnano proseguirà la campagna di sensibilizzazione, anche attraverso incontri a tema e organizzazione di mostre fotografiche: molte saranno le armi messe in campo per dire un domani #azzardotivinco.

Artisti in gioco contro il gioco

«La collaborazione tra Wg Art, And e i Comuni aderenti al progetto – aggiunge Ileana Moretti, fondatrice di Wg Art – ha permesso di lanciare, attraverso forme di comunicazione artistica alternativa e vicina al mondo dei giovani, un messaggio forte con finalità sociali e culturali. Ognuno dei murales realizzati dall’artista Seacreative nel territorio varesino (Vergiate, Cavaria, Castellanza e Fagnano) vuole sensibilizzare tutta la cittadinanza sulle conseguenze negative di un problema, l’azzardo, che nulla ha a che fare con il gioco».

Il progetto “LiberANDoci dall’overdose dal gioco d’azzardo”, finanziato da Regione Lombardia, si è concluso a fine giugno e ha visto il Comune di Samarate capofila, insieme ai Comuni di Albizzate, Angera, Arsago Seprio, Azzate, Besnate, Buguggiate, Brunello, Cairate, Cardano al campo, Casorate Sempione, Cassano Magnago, Castellanza, Cavaria, Fagnano Olona, Ferno, Gallarate, Ispra, Jerago con Orago, Lonate Pozzolo, Morazzone, Oggiona con Santo Stefano, Somma Lombardo, Taino, Vergiate, oltre agli uffici di Piano di Zona di Azzate, Sesto Calende, Gallarate, Somma Lombardo e all’Azienda Speciale Medio Olona.

 

fagnano gioco azzardo – MALPENSA24