Fontana insiste: «Folli i divieti di Natale, sono d’accordo con chi intende violarli»

MILANO – «Le lettere inviate al giornale da chi annuncia che violerà i divieti previsti dal governo per Natale? Sono d’accordo con loro». Risponde così il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana alla domanda che gli ha posto il giornalista di “Libero” Lorenzo Mottola, in un’intervista apparsa oggi, 7 dicembre, sul quotidiano di Vittorio Feltri. «Mi auguro che il Parlamento abbia un sussulto e sistemi questa norma, che mi sembra veramente una sciocchezza – prosegue il governatore – dal punto di vista epidemiologico non ha senso che sia considerato sicuro muoversi per le visite nel proprio Comune e sia definito pericoloso andare a trovare qualcuno che abita nel paese di fianco. Siamo ancora in tempo comunque, basta che ci sia la volontà politica. Ho chiesto al premier Conte di intervenire».

Fontana e Gallera

«Se ci avessero ascoltato forse avremmo evitato delle storture palesi, come la decisione di vietare la circolazione tra Regioni a partire dal 21 dicembre» aggiunge Attilio Fontana, che insiste nel contestare quelli che definisce «provvedimenti folli» del governo, ma solleva l’ennesimo polverone politico al Pirellone. Anche perché le frasi del governatore giungono nello stesso giorno in cui scoppia un’altra polemica, nei confronti dell’assessore al welfare Giulio Gallera, che si fa i selfie mentre fa jogging sui Navigli in compagnia di alcuni amici, superando i confini del suo comune di residenza (Milano), un comportamento vietato dalle regole della zona arancione.

La bufera politica

Dalle opposizioni piovono le critiche. «Oggi Fontana ha incitato a non rispettare le regole del Dpcm a mezzo stampa, il contrario di quanto dovrebbe fare un uomo delle istituzioni, nonché presidente della più martoriata Regione d’Italia – attacca Pietro Bussolati, consigliere regionale PD – Gallera, per non essere da meno, ha violato in un colpo due regole della zona arancione, immortalando tutto sul suo profilo Instagram». Anche Massimo De Rosa, capogruppo M5S al Pirellone, non è da meno: «Oggi il duo Fontana e Gallera ha sfoggiato​ il peggio della politica, strizzando l’occhio ai negazionisti. Fontana incita alla violazione delle regole e Gallera viola le regole della zona arancione. Sono fuori controllo, stanno portando i lombardi alla guerriglia urbana. Se avessero messo le stesse energie nel chiedere test rapidi, nel procurarsi vaccini antinfluenzali, nell’assumere medici e infermieri sicuramente oggi non saremmo tutti in questa situazione».

A Natale non si esce dal comune. Bianchi (Lega): «Dpcm razzista contro il Nord»

 

lombardia fontana dpcm natale gallera – MALPENSA24