Gallarate, geloso e armato con un fucile. La moglie: «Aiutatemi»

gallarate fucile auto polizia gallarate

GALLARATE – Dovrà rispondere di detenzione abusiva di armi e munizioni un 55enne italiano, residente a Villa Cortese, bloccato dalla polizia di Gallarate mentre stava andando a dirimere una questione sentimentale.

Il presunto amante

Ad attirare l’attenzione degli agenti di Gallarate è stata la moglie del cinquantacinquenne italiano che, sporgendosi dal finestrino dell’auto, ha chiesto aiuto alla pattuglia che casualmente era in transito sulla stessa strada, mentre il marito l’afferrava dai capelli per impedirglielo. La volante, dopo aver inseguito e fermato l’auto, ha immediatamente prestato soccorso alla donna. La violenta lite con il marito era nata da una discussione che proseguiva da alcuni giorni, con non meglio precisate percosse e minacce subite dalla donna. Alla base del violento alterco la forte gelosia del cinquantacinquenne nei confronti della moglie, colpevole di aver intrattenuto una relazione virtuale con un suo amico. Il litigio in auto nasceva dall’intenzione dell’uomo di recarsi in quel momento dal presunto amante per dirimere la questione.

Il fucile sequestrato

A seguito dei controlli di rito, è emerso che l’uomo possedeva un fucile che, data la condotta dello stesso, ritenuto non più in possesso dei requisiti necessari per la detenzione delle armi, è stato immediatamente preso in custodia dagli agenti. Ad aggravare la posizione dell’uomo un successivo accertamento ha rivelato che l’arma era inoltre irregolarmente detenuta, in quanto non era stata comunicata la variazione dell’indirizzo in cui era custodita. Denunciato per detenzione abusiva di armi, il cinquantacinquenne è stato altresì proposto al Prefetto di Milano per l’emissione di un provvedimento di divieto di detenzione di armi e munizioni.

gallarate fucile auto polizia – MALPENSA24