Locale devastato a Gavirate, Cassani (Lega): «Pene certe e immediato rimpatrio»

gavirate locale devastato cassani

GAVIRATE – «Quello che è successo a Gavirate purtroppo non è un episodio estemporaneo ma è uno degli indizi che ci portano a dire che a livello governativo bisogna fare di più per punire questi soggetti». A parlare è il segretario provinciale della Lega, Andrea Cassani, in merito alla devastazione messa in atto nella notte tra sabato 8 e domenica 9 giugno nel locale “Il Cortile di Lorenzo” per mano di un gruppo di cinque maghrebini ubriachi che hanno agito per vendetta dopo essere stati allontanati. 

Delinquenti che si sentono padroni 

Di seguito la nota integrale firmata da Andrea Cassani. Proprio nella sua città, a Gallarate, alcune settimane due bande di africani si erano scontrate davanti alla stazione con bastoni e machete, facendo salire il livello di guardia sul fronte della sicurezza:

Quello che è successo a Gavirate purtroppo non è un episodio estemporaneo ma è uno degli indizi che ci portano a dire che a livello governativo bisogna fare di più per punire questi soggetti.
Pensano di essere i padroni delle città ma sono solo dei delinquenti che la nostra Repubblica tutela insensatamente.
Un fenomeno che si sta diffondendo soprattutto nelle grandi città dove questi soggetti in larga parte di origine africana, si ritrovano in branco e spacciano, si ubriacano e organizzano guerriglie cittadine.
Bisognerebbe introdurre pene severe per queste persone.
Per chi è ormai cittadino italiano servirebbero pene certe e la detenzione in carcere e per gli altri il rimpatrio immediato nei loro Paesi di origine.

gavirate locale devastato cassani – MALPENSA24