La ginnastica conquista il PalaYamamay di Busto e la Pro Patria maschile è terza

busto palayamamay pro patria

BUSTO ARSIZIO – Spettacolo fino all’ultimo esercizio al PalaYamamay di Busto Arsizio per PrimaABusto. La prima prova del Campionato Italiano 2019 di Ginnastica Artistica maschile e femminile si è conclusa oggi, domenica 24 febbraio, con i successi delle due squadre campioni d’Italia in carica, Ginnastica Salerno maschile e Brixia Brescia femminile in Serie A1. Ottimo terzo posto in A1 maschile per la società organizzatrice dell’evento, l’ASD Ginnastica Pro Patria Bustese. Nella gara di Serie A2 si sono imposte ASD Ares maschile e Fanfulla 1874 femminile.

Davanti alle tribune gremite dell’impianto bustocco – 3287 gli spettatori presenti – i ginnasti delle migliori 48 squadre d’Italia si sono confrontati in un’intera giornata di competizione, chiudendo così il programma di un evento iniziato già ieri con la prova della Serie B. Grande soddisfazione per la società ospitante e per la Federazione Ginnastica d’Italia, che hanno organizzato l’evento con la collaborazione della Città di Busto Arsizio, il patrocinio di Regione Lombardia e il sostegno di Varese Sport Commission e Camera di Commercio Varese.

campionato italiano ginnastica

La gara di Serie A1 si è dunque conclusa con la vittoria delle due favorite della vigilia: in campo maschile la Ginnastica Salerno, guidata dall’ex Pro Patria Nicola Bartolini, è rimasta al comando dal primo all’ultimo esercizio, chiudendo con 162,1 punti. Alle sue spalle si è piazzata la Ginnastica Civitavecchia dell’azzurro Marco Lodadio, mentre la Ginnastica Pro Patria Bustese è salita sul terzo gradino del podio; dopo essere stata a lungo seconda. La squadra di casa ha sofferto al cavallo con maniglie e agli anelli, spuntandola di misura su Corpo Libero e Pro Carate. Nel settore femminile, la Brixia Brescia di Giorgia Villa ha letteralmente dominato la gara, totalizzando 160 punti e ottenendo il miglior punteggio al volteggio, alle parallele assimetriche e alla trave. Seconda a notevole distanza la Ginnastica Civitavecchia, che ha bissato così l’argento ottenuto nel maschile, e terza la Ginnica Giglio di Montevarchi.

Positivo il bilancio di Rino Scala, direttore tecnico della Ginnastica Pro Patria: «Per noi è stata davvero una bellissima gara, e senza l’errore finale sarebbe andata ancora meglio. Sono veramente molto soddisfatto di tutti i ragazzi e penso che nella prossima tappa si potrà fare qualcosa in più. Dal punto di vista organizzativo è andato tutto alla perfezione: non ci aspettavamo una risposta così da parte del pubblico, è stato eccezionale».

Il programma si era aperto in mattinata con le gare di Serie A2: nel settore maschile, a conquistare il successo di tappa è stata l’ASD Ares di Cinisello Balsamo, che proprio all’ultimoesercizio ha superato la Ginnastica Sampietrina (155,4 punti contro 154,8). Terzo posto per ilGymnastic Romagna Team. Molto equilibrata la prova femminile: il Fanfulla 1874 di Lodi, che ha ottenuto 145,3 punti e il miglior punteggio in assoluto alle parallele, si è imposto davanti allaGinnastica Biancoverde di Imola, che ha primeggiato al corpo libero, e al Gruppo Sportivo Audace di Torri di Quartesolo (Vicenza), la squadra migliore al volteggio.

Alle cerimonie di premiazione hanno preso parte per la Federazione Ginnastica d’Italia il presidente Gherardo Tecchi, il vicepresidente Valter Peroni e il referente per le attività internazionali Gianfranco Marzolla; per la Città di Busto Arsizio il sindaco Emanuele Antonelli, il vicesindaco Isabella Tovaglieri e l’assessore a Educazione e Sport Gianluigi Farioli; per la Ginnastica Pro Patria il presidente Rosario Vadalà. Erano presenti inoltre Mauro Temperelli, segretario generale della Camera di Commercio di Varese, Simone Rasetti, Direttore Generale Sport e Giovani della Regione Lombardia, e Massimo Tosi, presidente dell’ASSB (Associazione Società Sportive Bustocche).

A margine della competizione, il campo gara del PalaYamamay ha ospitato inoltre la presentazione del nuovo body ufficiale della prova podio della Nazionale italiana femminile, realizzato da Sigoa Artistic Gym Wear e indossato da Ilaria Pallotti, Miss Sport Marche 2017.

busto palayamamay pro patria – MALPENSA24