La Pro Patria torna a vincere in trasferta dopo 100 giorni: Colombo e Le Noci firmano il blitz

pro patria gironi calendario

VERCELLI – Nella trentaquattresima giornata di campionato del girone A di serie C, la quindicesima di ritorno, la Pro Patria – di scena al “Silvio Piola” di Vercelli – espugna con merito 0-2 il campo del Gozzano, tornando a vincere in trasferta dopo oltre cento giorni (105 per l’esattezza). La prima vittoria esterna biancoblù del 2019 matura grazie al gollasso in apertura di Colombo e al chirurgico raddoppio dell’mvp Le Noci (e sono 11!) a metà ripresa.

Terminal

0-1 (16′) – Sul traversone di Mora, respinto dalla difesa cusiana, Colombo da fuori area calcia al volo, lasciando di stucco il portiere Casadei: è lo splendido gol del vantaggio della Pro che, nel prosieguo del primo tempo, fallirà l’occasionissima del raddoppio con Mastroianni, con un pallonetto debole, a metà strada fra una conclusione e un tentativo di procurarsi il rigore.

0-2 (74′) – Dopo due belle parate di Tornaghi, la Pro Patria chiude i conti in contropiede: Le Noci, servito da Disabato, piazza il raddoppio con un tiro angolato che vale l’undicesimo sigillo in campionato.

Check in

Saremo pure romantici, ma ci piace pensare che prima vittoria esterna tigrotta del 2019 (non accadeva dal 23 dicembre) la Pro Patria l’abbia dedicata alla memoria di Roberto Labadini, uno dei tigrotti più amati di sempre, per la sua classe, la sua tecnica, il suoi dribbling, i suoi lanci illuminanti da 40 metri  e soprattutto le sue magiche punizioni. Con la maglia numero 10, regolarmente fuori dai pantaloncini come il suo idolo juventino,  il “Laba” è stato nella stagione 1984/85 il “Platini di Busto”. La maledetta SLA se l’è portato via proprio nell’anno del centenario. Ciao Laba

Check out

Habemus data. In una settimana che ha portato “in dote” a Cuneo e Lucchese altri punti di penalizzazione (in totale siamo arrivati a 39), la LegaPro si è quantomeno decisa a fissare, a quasi un mese dallo start della post season, la date dei playoff. Per i tifosi biancoblù, insomma, la lunga attesa sta per finire: il grande giorno sarà domenica 12 maggio, con la Pro Patria verosimilmente di scena lontano dallo “Speroni” in una gara secca ad eliminazione diretta. Nella stagione dei 100 anni, sarà – è già il caso di dirlo – la partita del centenario, per cui il popolo tigrotto dovrà mobilitarsi in massa.

Boarding

Gozzano-Pro Patria: 0-2 (0-1)
Reti: 16′ Colombo, 74′ Colombo
A.C. GOZZANO (3-5-2): 33 Casadei; 4 Gigli (12′ s.t. 11 Palazzolo), 6 Emiliano, 3 Manè; 7 Petris, 10 Messias, 21 Gemelli (31′ s.t. 17 Bruzzaniti), 15 Graziano (12′ s.t. 5 Guitto), 26 Evan’s (44′ s.t. 30 Secondo); 28 Rolfini (44′ s.t. 31 Bruschi), 29 Libertazzi. A disposizione: 22 Viola, 8 Romeo, 14 Salvestroni, 16 Acunzo, 18 Tordini, 24 Rizzo, 38 Mangraviti. All. Soda.
PRO PATRIA 1919 (3-5-2): 1 Tornaghi; 4 Battistini, 19 Zaro, 15 Boffelli; 20 Mora, 21 Colombo (29′ s.t. 13 Gazo), 14 Bertoni (19′ s.t. 8 Disabato), 24 Pedone (19′ s.t. 16 Fietta), 3 Galli; 10 Le Noci (39′ s.t. 11 Santana), 17 Mastroianni (20′ s.t. 9 Gucci). A disposizione: 12 Mangano, 2 Marcone, 5 Molnar, 7 Parker, 18 Lombardoni, 27 Cottarelli. All. Javorcic.
ARBITRO: Adalberto Fiero di Pistoia (Roberto Ferrari di Novara e Marco Ceolin di Treviso).

From to… capolista

La prima della classe. Sfida di cartello sabato 13 aprile: allo Speroni di Busto Arsizio, con calcio d’inizio alle ore 16.30, la Pro Patria riceve la visita della capolista Virtus Entella. Nel match d’andata, i bustocchi di Javorcic riuscirono ad espugnare Chiavari grazie al gol in avvio dio ripresa di Gucci.

Pro Patria Colombo Le Noci – MALPENSA 24