L’associazione Turbigo 3 Giugno 1859 pronta per l’anniversario del 2021

turbigo itinerario napoleonico risorgimento

TURBIGO – Il 2021 sarà un anno importante per l’epopea napoleonica, essendo il bicentenario dalla morte del Bonaparte. L’associazione risorgimentale Turbigo 3 Giugno 1859 ha prodotto due volantini che riassumono con parole e immagini la sua proposta di Itinerari Napoleonici nel Parco del Ticino. I volantini saranno divulgati nei prossimi giorni sia tramite i social sia attraverso canali di comunicazione “materiali” quali edicole, negozi, agenzie turistiche, ristoranti, sportelli dei Comuni e altre modalità che saranno concordate con le Amministrazioni comunali del territorio. «Abbiamo già incassato il sostegno del Comune di Turbigo – spiegano dall’associazione – e l’interessamento del Comune di Galliate per realizzare alcune manifestazioni e ci stiamo attivando affinché gli altri paesi compresi nell’itinerario si uniscano a noi in questa impresa. In primavera, con l’affievolirsi della pandemia di cui siamo fiduciosi, siamo sicuri che potrà essere uno degli elementi di riscatto storico, culturale e turistico dei nostri territori».

Un itinerario per ciascun Napoleone

Il primo itinerario è incentrato sulla campagna napoleonica del 1800, quando tra i mesi di maggio e di giugno da queste parti si decisero i destini dell’intera Europa: si snoda da Novara a Turbigo, passando da Galliate; dopo lo scontro armato sul ponte del Naviglio a Turbigo (nella foto in alto), le truppe del Bonaparte entrarono a Milano per poi sbaragliare l’esercito austriaco a Marengo. Il secondo itinerario ripercorre invece le tappe della campagna militare di Napoleone III, partendo ancora da Novara per toccare Galliate, Robecchetto, il ponte sul Naviglio a Padregnana, quindi Turbigo e Magenta (battaglia del 4 giugno 1859). Da Palazzo Bellini di Novara al campanile di Robecchetto, sono numerosi i luoghi testimoni di tali eventi storici sopravvissuti fino ai nostri giorni.

«2021 anno del Risorgimento, in tutti i sensi»

Il prossimo anno, per l’associazione, dovrà essere necessariamente l’anno del Risorgimento: «Dopo un anno terribile come questo – commenta – il minimo che possiamo sperare è un ritorno alla vita normale, anche quella associativa che anima noi tutti. La nostra associazione sta collaborando con altre associazioni ed enti per organizzare al meglio gli eventi per commemorare il bicentenario della morte di Napoleone Bonaparte, potendo contare sul contributo del Coordinamento nazionale delle associazioni risorgimentali a cui abbiamo aderito quest’anno e con cui è in corso una proficua collaborazione. Vogliamo portare cultura e storia nel nostro territorio e con il progetto dell’itinerario napoleonico non vogliamo certamente limitarci a Turbigo, ma vogliamo collaborare con tutti i territori che con noi condividono radici comuni».

Turbigo rinnova l’appello a recuperare la dogana austriaca nell’anniversario della battaglia

turbigo itinerario napoleonico risorgimento – MALPENSA24