«Nonna ho il Covid, mi servono soldi per le medicine». Anziana truffata a Lisanza

lisanza truffa covid anziana

SESTO CALENDE – «Ciao nonna, ho il Covid. Sto malissimo. Mi servono i soldi per le medicine». L’ennesima truffa è senza scrupoli. E’ andata a segno un paio di giorni fa a Lisanza, frazione di Sesto, sfruttando il dramma e la paura generati dalla pandemia e l’amore di una nonna per la giovane nipote. Il copione è odioso come sempre in questi casi.

Ho il Covid

L’anziana è stata contattata telefonicamente da una truffatrice che si è spacciata per la nipote. Questi malviventi operano a strascico: chiamano sul telefono fisso e vanno per tentativi. Se la vittima ha davvero una nipote istintivamente ascolta. Se una nipote non c’è e la vittima, ovviamente, non cade nel tranello i balordi passano al numero successivo.

Soldi per le medicine

Purtroppo nel caso della pensionata che vive nella zona residenziale del centro di Lisanza il trucco ha avuto successo. La donna ha effettivamente una nipote che non ha mai contratto il Covid, per fortuna. La malvivente è stata però molto abile. Una volta agganciata l’anziana ha parlato con voce sofferente tossendo in continuazione, come se non riuscisse a respirare. Alla vittima ha raccontato di stare molto male e di avere bisogno di molto denaro per comprare un costoso farmaco in grado di aiutarla a stare meglio. La vittima non aveva molto contante in casa, ma la truffatrice non si è lasciata scoraggiare dicendo all’anziana di mettere insieme tutto il contante e i gioielli che aveva in casa e che a ritirare il gruzzolo ci avrebbe pensato un’amica.

Via gioielli e contanti

Oltre al numero telefonico fisso è pubblico sulle rubriche anche l’indirizzo dell’assegnatario. La complice, o magari la stessa donna che ha fatto la chiamata, si è presentata all’appuntamento e ha spogliato la malcapitata di tutto. La donna si è accorta successivamente della truffa; parlando con i famigliari ha infatti scoperto che la nipote stava benissimo. Il colpo è stato denunciato ai carabinieri della stazione di Sesto Calende che hanno immediatamente dato il via alle indagini. Il bottino è in fase di quantificazione.

lisanza truffa covid anziana – MALPENSA24