Maga Estate, tra musica e installazioni

maga musica installazioni

GALLARATE – Venerdì 6 luglio alle 21.00 l’appuntamento di “Maga Estate” ospiterà Centro Espressione Musicale Music Meeting, concerto in cui si esibiranno i ragazzi della scuola di musica diretta da Max De Aloe. Paolo Masi, la cui rassegna “Doppio spazio” è ospitata all’interno del museo gallaratese, presenterà questo weekend la nuova installazione “Riflessioni riflesse” alla chiesa di Sant’Antonio.

Centro Espressione Musicale

Sul palco di Maga Estate suoneranno venerdì gli studenti del Cem. La varietà di proposta musicale dello spettacolo riassume la filosofia dei ventitré anni di attività della scuola gallaratese, che ha visto passare migliaia di studenti. Non solo infatti vi si tengono corsi di musica finalizzati ai più disparati generi e per tutte le età, ma è divenuta anche un punto di riferimento riguardo a quelli avanzati e di specializzazione, raccogliendo allievi da varie regioni del Nord Italia. Max De Aloe, musicista e direttore dell’istituto, racconta come ciò si rifletterà nella futura esibizione: «La sfida che ci prefiggiamo ogni anno con i miei insegnanti è proprio quella di riuscire a trasformare la singola lezione di ogni allievo sul proprio strumento musicale in esperienza e capacità da convogliare successivamente nel suonare insieme ad altri. Il realizzare musica insieme è una grandiosa forma di crescita. È un’esperienza magica. Lavoriamo per mesi in funzione di questo concerto e la cosa più bella è accertare che dopo anni questo appuntamento sia diventato, per molti della provincia varesina, un incontro importante per la musica. Un concerto che non è visto come un saggio di una scuola, ma un momento dove produrre ed ascoltare musica».

La nuova installazione di Paolo Masi

Tra le esposizioni presenti al museo (fino al 16 settembre 2018) che sarà possibile visitare prima del concerto, c’è “Doppio spazio”. La rassegna, curata da Lorenzo Bruni, offre una lettura approfondita della ricerca compiuta da Paolo Masi attraverso vari cicli pittorici da fine anni Cinquanta a oggi. Il tema comune è come la “vibrazione” del segno-colore si “riveli” in relazione al materiale scelto come supporto. L’artista fiorentino, dopo “Sotto Sopra” in via Mercanti, presenterà questo weekend una nuova installazione, un’idea nata in collaborazione con il manager del Duc Paolo Martinelli. L’opera, intitolata “Riflessioni riflesse”, sarà installata alla chiesa di Sant’Antonio in piazza Ponti. Sarà possibile ammirarla sabato 7 e 14 luglio dalle 16 alle 19 e domenica 8 e 15 dalle 10 alle 12.

maga musica installazioni – MALPENSA24