Magnago, si accoltella per riconquistare la ex: è grave in ospedale

arrestato carabinieri saronno

MAGNAGO – «Aiutami mi hanno accoltellato. Soltanto tu mi puoi salvare». Si è presentato sanguinante alla porta della ex nel cuore della notte: sul corpo almeno una decina di ferite da arma da taglio. La maggior parte superficiali, due, all’addome, invece arrivate sino agli organi interni. Ha raccontato di essere stato aggredito, ma la sua versione fa acqua da tutte le parti. Sembrerebbe che il ragazzo, 28 anni, di Cuneo, si sia autoinferto i tagli per impietosire la ex e riconquistarla suscitando in lei lo spirito da crocerossina che, dicono, alberghi in ogni donna.

«Mi hanno aggredito per strada»

Il piano è però fallito miseramente. La trovata si è tradotta in un’operazione durata dalle 3.41 di oggi, giovedì 22 novembre, sino all’alba. Il ventottenne è ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale di Legnano: è grave e i medici non hanno ancora sciolto la prognosi. La vicenda è al vaglio dei carabinieri della compagnia di Legnano, coordinati dalla procura della Repubblica di Busto Arsizio. Stando a quanto accertato sinora il giovane sarebbe partito da Cuneo, dove abita, alla volta di Magnago dove vive la bella brasiliana di 22 con la quale in passato ha avuto una storia d’amore prima che lei dicesse basta. Il ragazzo, a quanto pare, a quella fine non si è rassegnato e ieri notte è partito alla volta dell’abitazione della ex.

Operato d’urgenza

La ragazza se l’è trovato sull’uscio di casa sanguinante e ferito e ha chiamato il 112. Il giovane è stato portato in ospedale e sentito dai carabinieri. Agli inquirenti, e alla ex, ha raccontato una storia che a quanto pare fa acqua da tutte le parti. Durante il viaggio alla volta di Magnago si sarebbe fermato a soccorrere una donna con l’auto in panne. Una trappola: perché a quel punto sarebbe stato aggredito da un uomo per ragioni non chiare. Forse per rapina, ma qui il racconto si fa ancora più rarefatto. Il giovane non ha saputo circostanziare l’aggressione, si è contraddetto più volte. Non ha fornito dettagli. E poi ci sono quelle ferite: alcune superficiali, quasi stesse prendendo coraggio, e le due più profonde all’addome vicine a lesionare l’intestino. Tanto da essere sottoposto a un delicato intervento chirurgico e di finire in prognosi riservata. Al momento l’ipotesi investigativa principale è una: il ragazzo si sarebbe inferto le coltellate da solo per riconquistare la ex. Gli accertamenti sono ancora in corso ma se l’ipotesi venisse confermata il ventottenne potrebbe essere sottoposto a trattamento sanitario obbligatorio nella migliore delle ipotesi o denunciato per procurato nella peggiore.

magnago accoltellato cuneo – MALPENSA24