Malpensa, easyJet ampia il training centre. Piloti e cabin crew da tutta Europa

Training centre easyjet

MALPENSA – Erano solo 9 le destinazioni coperte da easyJet e poco più di 100 le persone che componevano il suo staff. Così nell’aprile del 2006 la compagnia ha aperto la sua prima base a Malpensa e ora, a 15 anni di distanza, festeggia il suo anniversario ampliando il Training centre di Lonate Pozzolo non solo ai piloti, ma anche a oltre 6 mila assistenti di volo da tutto il continente e celebrando i lavoratori con la campagna fotografica “This Is Us”.

Malpensa al centro dell’Europa

L’hub di easyJet è stato inaugurato nell’aprile 2006 e questa settimana ricorre quindi il suo 15 anniversario. L’inizio delle sue operazioni a Milano Malpensa risale però già dal 1998. Da allora easyJet ha trasportato oltre 75 milioni di passeggeri verso più di 90 destinazioni in più di 25 paesi, con 21 velivoli basati e un personale che è cresciuto insieme alla base, superando le 900 persone assunte e diventando la prima compagnia dell’aeroporto di Malpensa.
Un’occasione colta dai vertici della per festeggiare soprattutto le persone che fanno parte della squadra e che, con il loro impegno, portano l’orange spirit da Malpensa verso oltre 90 destinazioni in più di 25 paesi.  «A partire da maggio 2021 – aggiungono – vogliamo implementare il centro di addestramento europeo per piloti, che si unirà a quello per gli assistenti di volo a Malpensa».
Dal prossimo mese, quindi, easyJet estende ai cabin crew le proprie attività di addestramento al Training Center  CAE portando a Malpensa nuovi dispositivi all’avanguardia per formare ogni anno oltre 6 mila tra piloti e assistenti di volo in tutta Europa.
Il Training Centre – dotato di tre simulatori di volo serie CAE 7000XR Airbus A320 e di un dispositivo di addestramento CAE  600XR Airbus A320 equipaggiati con il sistema visivo CAE Tropos™ 6000XR  e un’annessa area dedicata agli istruttori – è stato ampliato con un CAE 7000XR Airbus A320, portando così a cinque il totale dei simulatori, e vedrà l’introduzione di un simulatore completo per l’evacuazione d’emergenza in cabina (CEET) che include porte d’ingresso completamente funzionanti, uscite sulle ali, porta di accesso alla cabina di pilotaggio identica a quella di un aeromobile easyJet. L’attrezzatura aggiuntiva comprende strumenti per l’addestramento antincendio e scivoli per l’evacuazione di emergenza.

malpensa easyjet training centre

Più dotazioni

Johan Lundgren, CEO easyJet

Ai quattro simulatori già in funzione per il training dei piloti se ne è aggiunto un quinto di ultima generazione. In arrivo un’aerea dedicata alla formazione degli assistenti di volo completo di addestramento per l’evacuazione d’emergenza in cabina (CEET).
«Milano Malpensa è da sempre un punto di riferimento per il nostro intero network», ha commentato Johan Lundgren, CEO easyJet. «Negli anni abbiamo continuato ad investire per rafforzare la nostra presenza a Milano, offrendo sempre più collegamenti domestici e internazionali, diventando la prima compagnia dell’aeroporto con oltre 75 milioni di passeggeri trasportati dall’avvio delle operazioni ad oggi. L’espansione del training centre è prova del nostro impegno a investire sul territorio».
«Festeggiamo insieme al nostro partner easyJet il 15esimo anniversario della base. La costante crescita della presenza di easyJet a Malpensa testimonia la dinamicità di questo vettore che nel 2006 ha rapidamente colto l’opportunità di costruire una base a Malpensa, colmando spazi di mercato lasciati da altri, e che nel tempo grazie ad una dinamica e flessibile proposizione commerciale ha saputo sviluppare il mercato raggiungendo nel 2019 il record di traffico con 8,3 miloni di passeggeri sul nostro sistema aeroportuale ha dichiarato Armando Brunini, Amministratore Delegato Sea -. La crisi Pandemica ha purtroppo interrotto bruscamente un percorso virtuoso di sviluppo. Sea insieme ad easyJet è oggi già pronta a ripartire raccogliendo le sfide che lo scenario post-pandemico ci impone. Vogliamo insieme al nostro partner garantire un nuovo sviluppo del traffico che coniughi crescita e sostenibilità adeguando il servizio alle rinnovate esigenze di sicurezza che il passeggero, nella sua esperienza di viaggio richiede”.

Grazie al personale

Lundgren continua poi sottolineando il ruolo cruciale dei collaboratori e lavoratori della compagnia, che ha voluto ringraziare con un racconto iconografico chiamato “This Is Us”, creato a insieme a Canon per ringraziare chi ha contribuito in prima persona al successo della compagnia.
«Abbiamo aperto la base di Malpensa insieme a meno di 100 persone, oggi siamo in più di 900. Senza questa grande squadra non saremmo mai riusciti ad arrivare dove siamo ora ed è per questo che siamo felici che questa importante ricorrenza sia anche un’occasione per celebrare tutti coloro che hanno contribuito a renderlo possibile», conclude Valentina Pedrazzi, Marketing Manager di easyJet Italia.

easyJet Academy, dove nascono gli assistenti di volo di Malpensa

malpensa easyjet training centre – MALPENSA24