Modiano, addio anticipato da Sea

modiano addio sea

MALPENSA – Potrebbe essere un addio anticipato quello di Pietro Modiano, alla presidenza di Sea dal 2013. Manager milanese prestato per cinque anni al mondo del trasporto aereo, il numero uno di Malpensa e Linate potrebbe tornare al suo settore di provenienza, le banche. Ex direttore generale di Intesa Sanpaolo ed ex Unicredit, secondo Affari Italiani sarebbe stato infatti scelto da Carige come nuovo presidente dell’istituto di credito ligure. Si deciderà tutto il 20 settembre in assemblea. In quel caso l’addio di Modiano, la cui scadenza naturale è la prossima primavera, potrebbe subire una repentina accelerazione.

Il limite dei due mandati

Nonostante sia il presidente degli utili da record, ma soprattutto del rilancio di Malpensa dopo anni di crisi che ha portato la scalo varesino a un passo dal baratro, Modiano dovrà lasciare la guida di Sea. Un regolamento approvato dall’ex sindaco Giuliano Pisapia prevede infatti il limite dei due mandati nei posti di comando delle società del Comune di Milano. Per questo motivo Modiano è sul mercato e Carige ha messo gli occhi su di lui. Pare che il presidente di Sea abbia già informato il cda della possibilità di lasciare anticipatamente l’incarico, sebbene le manovre in Carige siano in pieno svolgimento e l’esito, a due giorni dall’assemblea, è ancora incerto.

La successione di Modiano

Sarà naturalmente il sindaco di Milano Beppe Sala a decidere il successore di Modiano e al momento i nomi che circolano appaiono come rumors privi di reale fondamento. E’ invece più concreta l’ipotesi di una revisione dell’assetto societario con l’introduzione di un direttore generale, figura che manca oggi all’interno di Sea.

modiano addio sea – MALPENSA24