Morto davanti alla discoteca, ci sono due ipotesi

carabinieri droga alcool busto

CARDANO AL CAMPO – Restano molti dubbi sulla dinamica, ma comincia a delinearsi la vicenda che ha portato alla tragica morte di Manuel Cantisani, il giovane di 28 anni di Cardano deceduto fuori dalla discoteca Picasso di Vergiate, al termine di una rissa.

La violenza nelle immagini

Dalle telecamere si vedrebbe la giovane vittima, dopo essere stato spinto violentemente, proiettarsi oltre la macchina che poi l’avrebbe investito. In realtà questo aspetto è, invece, non molto chiaro. Le ipotesi, ancora oggi, restano due. Le telecamere esterne della discoteca potrebbero aver immortalato il momento dello spintone, ma non hanno comunque chiarito le cause del decesso. Sul corpo del giovane, nella parte della testa, sarebbero state individuate due ferite significative che avrebbero innescato la letale emorragia cerebrale. Una potrebbe essere la conseguenza del colpo subito sbattendo contro l’asfalto dopo essere inciampato come diretta conseguenza della spinta. L’altra potrebbe essere stata provocata da un eventuale colpo subito contro la fiancata esterna della macchina che si stava allontanando. Ma in questo caso non ci sarebbero immagini significative. Un colpo del tutto fortuito, anche perché stando alle prime risultanze pare che chi era a bordo della macchina non si fosse accorto del corpo a terra.

Tre le figure chiave

Ma andiamo con ordine. Le figure chiave della vicenda sarebbero tre. Tutti i soggetti coinvolti a vario titolo peraltro si conoscerebbero l’uno con l’altro. Tutti residenti nella stessa zona, nei Comuni attorno a Gallarate. Il primo è il giovane che si sarebbe avventato contro Cantisani. In realtà il suo obiettivo era quello di scagliarsi contro la macchina del terzo soggetto. Per sedare la lite tra i due, sarebbe intervenuto proprio il cardanese, che però purtroppo ha avuto la peggio. E’ stato sbalzato finendo oltre la macchina. Il primo soggetto, incurante anche perché probabilmente non si era accorto di quanto fosse grave la situazione, si sarebbe accanito contro la macchina del terzo individuo che, per evitare guai peggiori, avrebbe sterzato, allontanandosi dal luogo della rissa. Potrebbe aver urtato accidentalmente il corpo di Cantisani, già agonizzante. Tra un paio di giorni l’esame autoptico potrebbe chiarire gli aspetti più complessi di questa intricata faccenda.

morto discoteca indagini – MALPENSA24