Olgiate, a villa Gonzaga sono sparite le restauratrici. «Lavori pronti a ripartire»

OLGIATE OLONA – I restauratori di Villa Gonzaga non sono spariti. Anche se ormai non si vedono da parecchie settimane e i lavori di recupero dell’edificio storico, avviati qualche mese fa, hanno solo subito, come spiega il vicesindaco Paolo Maccabei, «uno stop temporaneo. Ma riprenderanno presto».

L’apertura del cantiere per il recupero di buona parte del corpo centrale al piano terreno della villa, che dovrebbe restituire splendore al salone che porta il nome di Carlo De Capitani, uno dei fondatori dell’Opai è avvenuta a inizio febbraio. E per qualche settimana un team di restauratrici ha lavorato nelle sale. Dopo di che, porte e finestre sono state chiuse. E lo sono ancora. Segno che dentro non si sta più lavorando al recupero. Motivo? Più di uno: certamente la questione del piano attuativo del polo chimico, la cui convenzione prevedeva lo stanziamento di circa 300 mila euro, proprio per i lavori in villa, forse bloccati per via dei vari ricorsi e sentenze del Tar. Ma anche l’esigenza da parte delle sovraintendenza di effettuare un sopralluogo per valutare gli interventi sul soffitto a cassettoni. Ostacoli a quanto pare superati. Come spiega Paolo Maccabei, che in qualità di assessore segue la partita: «E’ vero c’è stata una pausa degli interventi. A breve però riprenderanno le opere di restauro e partiranno anche gli altri lavori previsti quali la realizzazione degli impianti, il recupero dei corridoi e la realizzazione dei bagni».

Insomma il progetto presentato non è stato accantonato. Anzi, l’amministrazione ha trovato anche i fondi necessari per l’intervento complessivo, pari a oltre 1 milione di euro. «Siamo nella fase di assegnazione delle opere edili – continua Maccabei, che assicura – i 300 mila euro provenienti dal piano attuativo del polo chimico sono comunque garantiti. Oltre ai 200 mila già stanziati dall’amministrazione. Inoltre nel Dup e nel programma triennale delle opera abbiamo previsto altri 600 mila euro per proseguire con il programma stabilito».

Insomma dovrebbe esserci tutto ciò che serve per ridare impulso a cantiere e lavori. Manca solo la data, che Maccabei non fissa nel dettaglio, «anche se la mia speranza è di fare ripartire tutto prima di settembre».

olgiate villa gonzaga restauratrici – MALPENSA24