Pd: «Gli ospedali di Busto Arsizio e Gallarate sono in grave emergenza»

Ospedale unico gallarate

GALLARATE – Bisogna correre ai ripari, perché «allo stato attuale gli ospedali di Busto Arsizio e Gallarate sono in una situazione di grave emergenza». A dirlo è il Partito democratico di Gallarate che, attraverso una mozione da discutere nel prossimo consiglio comunale, indica le azioni da intraprendere per tenere alto lo standard qualitativo dell’offerta sanitaria sul territorio in attesa che venga costruito, se mai verrà costruito, il nuovo ospedale unico.

Le proposte del Pd

Secondo Margherita Silvestrini, firmataria della mozione, è necessario procedere urgentemente e tempestivamente a un piano attuativo per l’ospedale nuovo. Bisogna poi «aprire straordinariamente i concorsi di assunzione di personale per il Pronto soccorso di entrambi gli ospedali anche a medici non specializzati in medicina d’urgenza, come si fa in altre Asst». Al terzo punto il Partito democratico chiede di verificare l’opportunità di indirizzare la costruzione del nuovo ospedale nel sedime occupato attualmente da quello di Busto Arsizio. Secondo il centrosinistra infatti ci sono ampie riserve di spazio non edificato, ma è una proposta su cui entrambi i sindaci, Andrea Cassani e Emanuele Antonelli, si erano già espressi negativamente.

Il futuro dell’ospedale di Gallarate

Il Partito democratico sostiene infine che il futuro del Sant’Antonio Abate di Gallarate debba già essere deciso ora, per evitare che – con il trasferimento di tutte le attività all’interno dell’ospedale unico – diventi un’immensa area dismessa nel centro città. Secondo Silvestrini, il nosocomio gallaratese deve essere riconvertito in presidio ospedaliero per degenze a bassa intensità, per cure riabilitative o ricoveri temporanei per i pazienti fragili e cronici, «con annesso un presidio che fornica prestazioni ambulatoriali o domiciliari a media e bassa intensità, percorsi di sanità d’iniziativa, di prevenzione e di educazione sanitaria, ed ambulatori specialistici, in stretta correlazione con le cure primarie (medicina di famiglia), dando così attuazione a quanto previsto dalla legge 23/2015 di riforma del sistema socio-sanitario in Lombardia».

Ospedale unico gallarate – MALPENSA24