Viaggio tra le canzoni al Velvet: Aldo Pedron svela i plagi del rock

plagi rock velvet pedron

LEGNANO – «Ne ho pronti un sacco: alcuni sono noti, altri sono nostre idee. Li metteremo a confronto con la versione originale e ci saranno molti scoop». Aldo Pedron, giornalista e critico musicale, presenterà giovedì 30 gennaio, alle 22, un viaggio tra le canzoni: i plagi, reali o presunti, che hanno fatto la storia della musica verranno svelati al Velvet di Legnano con racconti, aneddoti e brani eseguiti dal vivo. Insieme a lui a “Mi ritorna in mente (Il mio plagio è come un rock)”, così come nell’omonima trasmissione di Radio Popolare, ci sarà ancora una volta Maurizio Galli, coautore del libro sui Creedence Clearwater Revival “Born on the bayou”.

Si esibiranno dal vivo Giuseppe Fiori ed Elena Quarin

«L’anno scorso avevo avuto l’idea di scrivere un libro dedicato ai plagi nel mondo del rock; volevo tutelarmi e ho chiesto un parere legale per capire se era possibile realizzare questo progetto», ha raccontato Pedron. «Mi è stato assolutamente sconsigliato di farlo, perché probabilmente avrei ricevuto numerose denunce: avevo però così tante idee sull’argomento che ho pensato di trasformarlo in un format. Verrà presentato in vari locali, con l’anteprima al Velvet. Con noi ci sarà il duo chitarra e voce formato da Giuseppe Fiori di Radio Popolare e Elena Quarin, che eseguiranno dal vivo brani come “Perfect day”, “Starway to heaven”, “Venus” e “Stand by me”».

I casi conclamati e chi l’ha fatta franca

“Un altro titolo possibile dell’appuntamento sarebbe potuto essere “In questo mondo di ladri”», ha osservato Pedron, che a marzo consegnerà alle stampe un nuovo libro su San Francisco e la Beat Generation. «Quanto a plagi, nel rock, ne sono state fatte di tutti i colori; in Italia il Clan Celentano si è particolarmente distinto in questo campo. Però non ci occuperemo solo di casi conclamati ma anche di brani che non sono andati in causa, cioè gente che l’ha fatta franca». Nella quindicina di pezzi scelti, che verranno messi a confronto con l’aiuto di YouTube, spiccano le coppie “Stairway to heaven” (Led Zeppelin) e “Taurus” (Spirit), “Ob-la-di Ob-la-da” (Beatles) e “Why don’t you get a job” (Offspring) e il trio formato da “Bless you for being an angel” (Ink Spots), “I cigni di Balaka” (Al Bano) e “Will you be there” (Michael Jackson).

plagi rock velvet pedron – MALPENSA24