Pro Patria in vena di regali, il Pontedera ne approfitta: il 2-1 è una beffa

Mastroianni Pro Patria Gozzano

PONTEDERA – Nell’undicesima giornata di campionato del girone A di serie C, giocata di mercoledì, la Pro Patria paga dazio a Pontedera, subendo una sconfitta (2-1 il risultato finale) che sa tanto di beffa. Ma stavolta i tigrotti di Javorcic, presentatisi in Toscana con parecchie novità dal primo minuto, devono prendersela solo con se stessi: i due gol con cui i granata di Maraia – sempre più rivelazione del girone – superano i bustocchi e agguantano così il secondo posto in classifica sono la conseguenza di due grossolane disattenzioni biancoblù, sfruttate cinicamente da Gianluca Barba e dall’ex Sampdoria Daniele Mannini. Ai biancoblù di Javorcic, in gol a metà ripresa con Mastroianni (nella foto) per un pareggio che non avrebbe fatto una piega (anzi…), una severissima lezione di cui far tesoro.

Terminal

1-0 (32′) – Barba si beve in velocità due giocatori biancoblù (Spizzichino e Molnar) e di sinistro scarica in rete il vantaggio toscano che sblocca una partita fino a quel momento equilibrata quanto spigolosa (espulso qualche istante prima il diesse Turotti per proteste dopo un’uscita al limite di Mazzini su Pedone).

1-1 (73′) – Sull’imbeccata di Bertoni da centrocampo, Mastroianni fa valere il suo fisico e di sinistro trova il meritato pareggio. Per l’attaccante biancoblù è il terzo sigillo in campionato, il primo lontano dallo “Speroni”.

2-1 (83′) – Con la partita indirizzata verso un equo pareggio, su una punizione dalla trequarti toscana Spizzichino si addormenta: Mannini passa alle spalle dell’esterno tigrotto, addomestica la palla e firma il gol del 2-1: vittoria per il Pontedera e beffa per la Pro Patria che, qualche istante prima, aveva addirittura provato il sorpasso con Ghioldi e Colombo.

Check in

700 km di sconfinato amore. Anche in un giorno lavorativo, dodici tifosi biancoblù – sette in curva, cinque in tribuna – hanno raggiunto la Toscana pur di far sentire il proprio sostegno ai tigrotti. Il gol del momentaneo pareggio di Mastroianni, festeggiato proprio sotto lo spicchio occupato dagli ultras biancoblù, è tutto per loro.

Check out

Sull’inutilità dei turni infrasettimanali in serie C ci eravamo già espressi chiaramente in tempi non sospetti: figuriamoci quando la giornata di campionato coincide con la serata di Champions League. E figuriamoci quando la partita della Pro Patria (che stavolta deve recitare solo il mea culpa) finisce in maniera così beffarda.

Boarding

Pontedera-Pro Patria: 2-1 (1-0)
Reti: 32′ Barba (PO), 73′ Mastroianni (PP), 83′ (PO) Mannini
U.S. CITTÀ DI PONTEDERA (3-5-2): 22 Mazzini; 15 Cigagna, 5 Risaliti, 3 Ropolo; 2 Pavan, 20 Bruzzo (31′ s.t. 17 Serena), 8 Caponi (1′ s.t. 14 Bernardini), 10 Barba (37′ s.t. 23 Negro), 7 Mannini; 19 Calcagni, 21 Semprini. A disposizione: 1 Sarri, 12 Bianchi, 4 Giuliani, 13 Salvi, 16 Bardini, 24 Balloni, 26 Danieli, 27 Pagliai, 29 Fiscella. All. Maraia.
PRO PATRIA 1919 (3-5-2): 1 Tornaghi; 5 Molnar (1′ s.t. 19 Lombardoni), 4 Battistini, 2 Marcone; 17 Spizzichino, 6 Palesi (21′ s.t. 10 Le Noci), 14 Bertoni, 7 Pedone (9′ s.t. 23 Ghioldi), 26 Masetti; 27 Kolaj (29′ s.t. 21 Colombo), 11 Parker (9′ s.t. 9 Mastroianni). A disposizione: 12 Mangano, 3 Boffelli, 8 Brignoli, 15 Galli, 24 Molinari.  All. Javorcic.
ARBITRO: Tommaso Zamagni di Cesena (Mattia Regattieri della Sezione di Finale Emilia e Massimo Abagnale della Sezione di Parma)

From to… Speroni

Archiviata la terza trasferta toscana di questo inizio stagione, la Pro Patria ritorna fra le mura amiche del “Carlo Speroni” di Busto Arsizio, dove domenica 27 ottobre (ore 15) ospita la Carrarese grandi firme.

Pro Patria Pontedera beffa – MALPENSA 24