Spari nel bosco del Rugareto: in carcere l’uomo che ferì un pusher a Rescaldina

rescaldina spari pusher

RESCALDINA – Spari nei boschi della droga: in carcere un varesotto con precedenti già noto alle forze di polizia. Fu lui, secondo gli inquirenti, a sparare e ferire ad una gamba un marocchino di 28 anni nel bosco del Rugareto tra Rescaldina e Castellanza. La zona è da tempo monitorata ed è stata teatro di un omicidio consumatosi lo scorso 15 gennaio.  Fin dall’inizio, le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Busto Arsizio,si erano indirizzate verso l’uomo originario del varesotto, fermato lo scorso 8 settembre anche grazie alla testimonianza del pusher ferito e subito dopo lasciato davanti all’ospedale di Legnano. Nella sua abitazione gli agenti avevano trovato una pistola.

Trovata anche una pistola

Indagini e accertamenti tecnici hanno poi permesso di confermare la pista iniziale: lo scorso 25 gennaio il personale della Squadra Mobile della Questura di Milano e dell’Ufficio Anticrimine del Commissariato di Legnano hanno così dato esecuzione alla misura cautelare della custodia in carcere per il colpevole, che aveva a suo carico precedenti penali.

rescaldina spari pusher – MALPENSA24