Samarate, Sanfelice per la presidenza della Fondazione Montevecchio: si chiude

fratelli d'italia samarate villa montevecchio

SAMARATE – Era nel programma elettorale della coalizione di centrodestra e potrebbe essere una delle prime partite chiuse dal sindaco Puricelli, quella della Fondazione Montevecchio. Ovvero la sua chiusura, con un nome già pronto per l’operazione: Eliseo Sanfelice, attivo nella politica samaratese – anche se non nell’ultima campagna elettorale, amministratore della Bacheca civica su Facebook e fermo sostenitore del fronte “chiusura” per la Fondazione, nata ormai 12 anni fa

Sì, ma ad una condizione

Puricelli ha sondato in questi giorni la disponibilità di Sanfelice ad accettare la presidenza della Fondazione, in mano adesso a Stefano Marcora dopo le dimissioni di Tiziano Zocchi, Monica Bottigelli e Piera Primerano, tutti candidati per le elezioni. Sanfelice conferma di aver dato la propria disponibilità «pur non sapendo se ci sono altri nomi in ballo. Io ho detto sì, ma ad una condizione imprescindibile: il mandato deve essere quello della chiusura». Diversi sono infatti gli schieramenti in città, con la coalizione di centrosinistra che punta alla continuità e la chiusura paventata tanto da Alternativa per Samarate quanto dalla maggioranza amministrativa. Ma il pensiero di Sanfelice è da anni chiaro e irremovibile: «La Fondazione deve diventare un bene pubblico per i cittadini, un po’ una loro seconda casa. Quindi deve passare nelle mani del Comune. Esistono Fondazioni che lavorano molto e anche bene, soprattutto se dietro hanno persone disposte a investire capitali, ma a Samarate la Fondazione Montevecchio è stata per anni sfruttata come vetrina politica, e questo deve finire».

Tutela delle associazioni

Intenzione condivisa dalla maggioranza, appunto, ma il passaggio in giunta o in consiglio è a questo punto obbligatorio: «Necessario un dibattito, e poi un mandato scritto nero su bianco per la chiusura. Punto. Se si passa a me la patata bollente per valutare il da farsi, io invece non ci sto. Mentre invece mi impegnerò in prima linea per la tutela di quello che gravita attorno alla villa, parlo di associazioni come Iris che vanno salvaguardate».

fondazione montevecchio samarate sanfelice – MALPENSA24