San Vittore Olona, Salmoiraghi: «Numeri impietosi, la giunta Rossi è ferma al palo»

sanvittoreolona bilancio opposizioni

SAN VITTORE OLONA – «Hanno avuto in dote dalla passata amministrazione un bilancio con i fiocchi, come più volte ribadito dall’assessore alla partita, con la possibilità di effettuare lavori per 1 milione di euro. Invece in un anno sono riusciti a utilizzare solo 114.000 euro per manutenzioni». È l’atto d’accusa di Paolo Salmoiraghi (lista civica Per San Vittore Olona) nei confronti dell’attuale Amministrazione sanvittorese, dopo l’approvazione, mercoledì scorso, del rendiconto della gestione finanziaria relativo al 2019, il cosiddetto bilancio consuntivo. Quello che traccia Salmoiraghi è un bilancio decisamente negativo: «Non sono stati utilizzati – attacca – i 700.000 euro per le strade, né i 50.000 per la messa a norma dell’auditorium della scuola media. Sono riusciti solo a dare un incarico esterno di ben 28.000 euro per redigere il progetto delle strade, quando è risaputo che i lavori stradali sono sviluppati dall’ufficio tecnico comunale».

«Non bastano trenini e caldaie»

L’ex assessore della giunta Vercesi incalza: «Abbiamo ascoltato in Consiglio le lodi per l’intervento sulla centrale termica della scuola media, contributo ricevuto dallo Stato a maggio 2019 e approvato il 31 ottobre, termine ultimo per non perdere il finanziamento, piuttosto che del rilancio della fiera del paese con giochi di prestigio e il trenino. In questi mesi, oltre alle strade, non è stato fatto il nuovo appalto per il servizio integrato di igiene urbana; è da fine 2019 che abbiamo sentito parlare di un progetto per i campetti di via Alfieri, chiusi da novembre, ma nella realtà nulla è stato fatto; per non parlare della valorizzazione del territorio, degli orti urbani o dei lavori per la scuola per cui era stato acceso un mutuo di 550.000 euro che ora apprendiamo saranno invece finanziati con il contributo di 350.000 euro erogato da Regione Lombardia per l’emergenza Covid».

«Maggioranza immobile e divisa»

Salmoiraghi ipotizza poi «problemi» con l’ufficio tecnico («è stato cambiato il responsabile due volte in sei mesi») e «attriti» nella giunta dopo che il sindaco ha tolto la delega sul Personale all’assessore Daniela Colombo. «Ci è stato detto che il 2019 era un anno di transizione, a cavallo tra due amministrazioni: giusto, ma dagli atti pubblici attuali, ad un anno dalle elezioni, regna un immobilismo totale. Il pericolo è che anche i fondi stanziati dalla Regione non vengano utilizzati per tempo, i cantieri devono avere inizio entro il 31 ottobre. Non c’è nessuna progettualità, ma scelte di comodo. Avevamo proposto di utilizzare quei fondi per la messa in sicurezza di via Barlocco, per il progetto di riqualificazione dei campetti di via Alfieri, potevano essere utilizzati per creare un percorso vita nel bosco di via Mazzini, per far vivere, utilizzare e rendere più sicura una parte di San Vittore Olona periferica, per la riqualificazione degli orti urbani di cui i cittadini ci chiedono conto. Tutto questo non avverrà, non essendoci alle viste progetto alcuno».

sanvittoreolona bilancio opposizioni salmoiraghi – MALPENSA24