Saronno, pusher in manette: nello zaino aveva un mini supermarket della droga

arcisate dipendente comunale denunciato

SARONNO – Un altro pusher dei boschi arrestato dai carabinieri: nello zaino aveva un supermarket portatile dello stupefacente. Le manette sono scattate ai polsi di un marocchino di 53 anni, senza fissa dimora, irregolare sul territorio italiano e con precedenti. L’operazione ha visto in campo i militari dell’aliquota del nucleo operativo radiomobile dei carabinieri della compagnia di Saronno.

In tasca aveva 1.500 euro in contanti

I militari, impegnati in un servizio di controllo nelle aree periferiche di Saronno, hanno intercettato, intorno alle 15 di ieri, venerdì 28 giugno, un’auto con a bordo al meno una faccia nota. Quella del marocchino, appunto. I carabinieri hanno seguito la macchina il cui autista, accortosi di aver destato l’interesse delle forze di polizia, si è esibito in una manovra azzardata quanto pericolosa nel tentativo di seminare i militari. A un certo punto, dalla macchina, uno degli occupanti è sceso quasi al volo cercando di sparire nei boschi a piedi. I militari lo hanno inseguito e bloccato. Nello zaino il cinquantatreenne aveva di tutto: panetti e stecche di hashish, bustine di cocaina e eroina, oltre a un bilancino di precisione e al materiale per il confezionamento di altre dosi. In tasca aveva 1.500 euro in contanti. Per lui sono scattate le manette. Il materiale è stato tutto sottoposto a sequestro, incluso il denaro. Nel totale sono stati sequestrati 220 grammi di hashish, 95 grammi di cocaina e 70 grammi di eroina.

saronno pusher arresto droga – MALPENSA24