Studente legnanese iscritto all’Iis Tosi di Busto fra i vincitori di “A scuola in Europa”

legnano bustoarsizio scuola europa

MILANO – Ci sono tre ragazzi lombardi fra i 15 vincitori (nella foto) delle borse di studio del progetto “A scuola in Europa”, rivolto a studenti meritevoli degli istituti tecnici e professionali, che spesso hanno minori occasioni di studiare all’estero rispetto ai coetanei che frequentano i licei. Gli studenti lombardi premiati sono Filippo Vadim di Legnano, iscritto all’I.I.S. Enrico Tosi di Busto Arsizio, che parteciperà a un programma trimestrale nel Belgio fiammingo; Giovanni, di Cologno Al Serio (Bergamo), iscritto all’I.I.S. Archimede di Treviglio, che parteciperà allo stesso programma; e Martina, di Castel Goffredo (Mantova), iscritta all’I.I.S. Caterina de’ Medici di Desenzano sul Garda (Brescia): parteciperà a un programma trimestrale in Francia.

Gli studenti partiranno quest’estate e, al termine del periodo, riceveranno da Intercultura la certificazione delle competenze acquisite in ogni fase del programma, che prevede un investimento complessivo di 140.000 euro.

In palio borse di studio per periodo formativo all’estero

Promosso da Intercultura e sostenuto da Fondazione Pesenti Ets, Fondazione Unicredit e Fondazione Agnelli, il progetto è giunto alla terza edizione e mette in palio borse di studio per frequentare senza alcun costo un trimestre scolastico all’estero, accolti in famiglie locali e assistiti dai volontari di Intercultura. Vi hanno partecipato studenti meritevoli, residenti in Campania, Lombardia e Piemonte. I vincitori sono stati premiati oggi, lunedì 24 giugno, nella sede milanese di Fondazione Pesenti nel corso di una cerimonia introdotta da Carlo Pesenti, presidente di Fondazione Pesenti Ets, e da Giorgio Barba Navaretti dell’Università degli Studi di Milano.

Dal momento che cresce la richiesta di formazione tecnica e specialistica per rispondere ai cambiamenti del mondo del lavoro e alle nuove necessità delle aziende, è ancora più importante investire nella formazione dei talenti del domani. Questa esigenza è particolarmente avvertita dalle tre Fondazioni, che hanno deciso di sostenere nuovamente il progetto come importante opportunità formativa per il futuro delle nuove generazioni e per favorire il dialogo tra le culture e gli scambi giovanili internazionali.

Cede silo di un cantiere: chiuso al traffico per ore viale Cadorna a Legnano

legnano bustoarsizio scuola europa – MALPENSA24