Sumirago, default evitato. Via libera per uscire dal piano di riequilibrio

sumirago uscire piano riequilibrio 01

SUMIRAGO – «Chiedo il mandato del consiglio comunale per muovermi in maniera definitiva: questa vicenda che ha penalizzato Sumirago per tanti anni potrà forse arrivare finalmente a una soluzione». Si è aperta con la richiesta del sindaco Mauro Croci la seduta di ieri, lunedì 28 giugno, che ha visto l’assemblea dare il via libera al progetto da lui presentato per uscire dal Piano di riequilibrio, adottato per fronteggiare il dissesto finanziario. «Voglio portare fuori dalle secche il Comune di Sumirago che è stato ingessato per otto anni», ha ribadito il primo cittadino.

Default evitato

«Abbiamo pagato puntualmente tutte le rate, ricevendo il parere positivo dell’organo di revisione», ha spiegato Croci ripercorrendo le vicende della procedura deliberata nel 2015 per evitare il default finanziario dell’ente. La presenza di un consistente avanzo di amministrazione ha consentito di ipotizzare un’uscita prima del tempo e avviare le trattative a riguardo con il creditore 2i Rete Gas: «C’è la possibilità di chiudere la partita con quattro anni di anticipo pagando una cifra di 900mila euro; consentirebbe di risparmiarne altri 32mila euro e tanti interessi passivi per un valore di 40mila di euro».
L’iniziativa ha trovato l’approvazione di Luca Bidoglio, capogruppo di Insieme per Cambiare Sumirago, collegato a distanza così come il segretario comunale Giorgio Ricci: «È giusto utilizzarli, non ci sono altri modi. Onore al merito, potremo finalmente vedere il territorio rinascere con i soldi in tasca».
La scelta della capogruppo della Lega Marilena Cunati, che ha suscitato le critiche dell’assessore Giuseppe Pasolini e del consigliere Cristian Simioni, è stata invece per l’astensione: «Sono d’accordo, sarà un vantaggio per i cittadini. Ma non posso non rilevare che in questi anni come amministrazione avete fatto poco per il paese».

Le riduzioni della Tari

Hanno raccolto invece l’unanimità le modifiche al regolamento della Tari che, grazie all’utilizzo di un avanzo di fondi Covid, consentiranno una riduzione delle utenze domestiche e non domestiche.
Nel primo caso sarà possibile un’esenzione totale o parziale per le famiglie in base alla combinazione di vari criteri (numero dei componenti, reddito Isee, invalidità totale, reddito o pensione di cittadinanza). Nel secondo, relativo alle attività produttive, verranno esonerate quelle più colpite dalla pandemia (alberghi, ristoranti, artigiani, etc.); è previsto anche un meccanismo di riduzione per chi ha visto il proprio fatturato diminuire al 30%, da dimostrare con autocertificazione.
Approvate anche le variazioni al bilancio di previsione 2021/’23: le nuove risorse Covid giunte saranno destinate per 20mila euro ad affitti e bollette di famiglie in difficoltà e per 5mila euro al fondo alimentare. Come reso noto da Fernanda Pozzi, assessore alle Politiche sociali, sono coperte le attività estive per bambini e ragazzi, che avranno la possibilità di scegliere tra più agenzie educative.

Le aree per la rigenerazione urbana

Pasolini, assessore ai Lavori pubblici, ha illustrato le aree individuate a Sumirago per la rigenerazione urbana. La legge 18 del 2019 di Regione Lombardia consente di adottare delle deroghe al Pgt riguardo a immobili dismessi: «Lo scopo è ridurre il consumo di suolo favorendo, al posto della creazione di nuovi edifici, il recupero di quelli presenti. Nell’ambito di questi interventi, che ammettono la produzione di istanze da parte di privati, le amministrazioni comunali indicano varie zone. La condizione necessaria è che vi sia ravvisato un interesse pubblico».
Come ha ricordato Pasolini, mentre la pratica viene istruita dall’ufficio tecnico, la deroga in questione è un atto politico sottoposto all’approvazione del consiglio comunale. Al momento tra i progetti nel cassetto c’è la creazione di parcheggi sottosuolo e le zone proposte sono l’ex farmaceutica, il parcheggio di via 25 aprile, l’ex ambulatorio-Fincato, l’ex inceneritore, l’ex municipio e l’allevamento di polli di via De Gasperi . «L’idea è di organizzare un Pgt partecipato, aspettiamo settembre».

Sumirago esce dal dissesto finanziario con 4 anni di anticipo. La relazione del sindaco

sumirago uscire piano riequlibrio – MALPENSA24