Varese, report di Ats: scendono i positivi. Variante inglese sotto controllo: tre casi

varese report ats

VARESE – Scendono i contagi e, a fronte di un numero di tamponi che Ats Insubria mantiene elevato rispetto alla media nazionale, diminuiscono i nuovi positivi. La curva è tornata finalmente a piegarsi: «E’ il dato che volevamo vedere», commenta il direttore sanitario di Ats Insubria Giuseppe Catanoso. Dal 24 dicembre ad oggi 30 dicembre Ats ha eseguito in provincia di Varese 12.779 tamponi (esclusi quelli ancora senza esito) i positivi sono 2.563, di questi, però, i nuovi positivi sono 1.139 (i restanti sono pazienti sottoposti a tamponi di controllo).

Test a Malpensa per la variante inglese

Il numero di test, oggi concentrati nei punti tampone delle Fontanelle e della caserma Ugo Mara, torneranno ad aumentare dal 7 gennaio «Giorno in cui riprenderà l’attività scolastica». L’attenzione, in questo periodo di “calma relativa” dovuto alle festività e alla conseguente sospensione proprio delle attività didattiche, si è concentrata su Malpensa. E in particolare sui voli di rientro dalla Gran Bretagna a caccia della “variante inglese” del virus. I tamponi vengono eseguiti direttamente in aeroporto: «Attualmente sono stati eseguiti 518 test – spiega Marco Magrini, responsabile dei Covid Test per Ats Insubria – E sono tre le persone risultate positive sinora alla variante. Due sono collegate tra loro trattandosi di uno steward e di una hostess compagni anche nella vita. Altri 5 tamponi sono stati inviati al San Matteo di Pavia per essere processati, siamo in attesa dei risultati». I passeggeri in arrivo vengono sottoposti al test che viene inviato a Napoli per un primo processo. I positivi vengono quindi richiamati per un secondo tampone (serve un’alta carica virale per “scovare” la variante inglese) che viene inviato a Pavia, uno dei centri individuati da Regione Lombardia per il test specifico. «Si tratta di un procedimento piuttosto complesso – specifica Magrini – Pavia processa circa 30-40 tamponi al giorno. Saranno attivati altri laboratori, anche da parte di Asst dei Sette Laghi, ma attualmente il nostro punto di riferimento è il San Matteo».

I vaccini anti Covid

Sul fronte vaccinazioni anti Covid oggi sono state consegnate le prime 4mila dosi all’Asst dei Sette Laghi e 2mila dosi suddivise tra gli ospedale di Gallarate e Busto. La Asst Valle Olona partirà lunedì 4 gennaio con i primi vaccini. «E’ una fase che richiede un’organizzazione puntuale da parte delle Asst – conclude Catanoso – Salvo imprevisti questa prima somministrazione dovrebbe concludersi a termine di gennaio». Infine Ats insubria ha precisato che al momento c’è un solo ospite nei Covid hotelFederalberghi Varese aveva già sottolineato come la paventata emergenza non si fosse in realtà registrata con danni importanti per gli albergatori – e tutte le informazioni relative al servizio possono essere fornite esclusivamente dai sindaci o dai medici di medicina generale.

Vaccinazioni, a Varese consegnate 4000 dosi. L’Asst di Busto “parte” lunedì

varese ats report positivi – MALPENSA24