Cardano al Campo, a Luigi Dragoni il primo memorial “Gianni Bernardini”

memorial bernardini cardano

CARDANO AL CAMPO – Si è svolto il 17 e 18 novembre nel palazzetto dello sport di Cardano al Campo il primo memorial “Gianni Bernardini”: il trofeo organizzato in ricordo del campione di tiro con l’arco, venuto a mancare da poco più di dieci mesi, dai suoi ex compagni di squadra. Due giorni di sport e ricordi, a trent’anni dalla fondazione, nel 1988, della società “Arcieri Il Bersaglio”.

Competizione e divertimento

Un intenso weekend dedicato alla competizione e al divertimento quello che si è svolto al palazzetto di Cardano, location che ben si presta alle competizioni arcieristiche, con una linea di tiro che ospita comodamente 12 paglioni. La struttura è stata anche apprezzata dagli atleti diversamente abili presenti, per l’elevato grado di accessibilità e libertà di movimento che offre. Il memorial ha visto la partecipazione di ben 135 arcieri, provenienti da tutto il nord Italia, per ricordare il compianto campione, personalità che tanto ha dato al mondo dello sport del nostro territorio, scomparso nel gennaio scorso. La gara è stata suddivisa in quattro turni: gli atleti che vi hanno preso parte, per la maggior parte della divisione arco compound (61), si sono riuniti in questa occasione proprio per rendere omaggio alla persona che, insieme a Giorgio Poggi, ha introdotto la disciplina dell’arco compound in Italia.

Avversari di alto livello

La coppa dedicata alla memoria di Gianni Bernardini è andata a Luigi Dragoni (Arcieri del Roccolo), che con i suoi 590 punti si è aggiudicato il primo posto nella classifica assoluta della divisione compound, davanti al compagno di squadra Alessandro Lodetti e Alessandro Dagrada (Every Archery), entrambi a 582 punti. L’assegnazione del primo trofeo “Gianni Bernardini” è rimasta in sospeso fino all’ultimo turno di gara, ma il giovane atleta della nazionale compound sapeva di avere buone possibilità di aggiudicarsi lo storico trofeo, grazie all’ottimo punteggio ottenuto (590/600), nonostante l’agguerritissimo parterre di avversari di primissimo livello.
Il trofeo è stato consegnato, durante la commovente cerimonia di premiazione, da Carmen Ceriotti, moglie di Gianni Bernardini, e da sua figlia Elisa.

memorial bernardini cardano – MALPENSA24