Basket, scambio di diritti sull’asse Saronno-Legnano. I Knights sono in B

Marco Tajana Knights Legnano
Marco Tajana, presidente dei Legnano Knights

LEGNANO – Sono stati 3 giorni caldissimi sull’asse Saronno-Legnano. Da una parte la AZ Pneumatica, che domenica aveva conquistato sul campo di La Spezia la promozione in serie B. Dall’altra la fortissima volontà dei Legnano Knights di tornare nei campionati nazionali, abbandonando una serie C Gold che stava stretta al presidente Marco Tajana e alla sua volontà di riportare il grande pubblico al PalaBorsani di Castellanza, che ha in gestione. Gli sforzi di Ezio Vaghi, massimo dirigente di Saronno, di rimediare in pochissime ore le risorse economiche e logistiche per affrontare la serie B si sono andati a infrangere di fronte ad una impossibilità di fatto. E allora, piuttosto che fare un salto nel buio, meglio fare un passo indietro. Cedendo i diritti per la serie B ai cugini di Legnano, che invece non vedevano l’ora (sfumata dopo un lungo tira-e-molla la trattativa con Formia). Dunque in B ci andranno (anzi, ci torneranno) i Knights, mentre Saronno ripartirà dalla serie C Gold. Probabilmente, come da noi preannunciato, con Renato Biffi in panchina. La trattativa si è concretizzata nel pomeriggio di oggi, mercoledì 14. Nelle prossime ore Legnano annuncerà il nuovo allenatore, comunque nello staff rimarranno Saini e Giglietti.

Basket, è guerra di nervi per il titolo di serie B a Legnano. Rinvio di 48 ore

Basket Legnano Saronno serie B – MALPENSA24