Il sindaco di Bisuschio Resteghini positivo al Covid: «Nessuno esente dal contagio»

bisuschio resteghini positivi covid

BISUSCHIO – Il sindaco di Bisuschio Giovanni Resteghini (nella foto tratta dal sito istituzionale del Comune di Bisuschio) positivo al Covid 19 con «lievi sintomi» si rivolge ai concittadini e non solo con una lunga lettera pubblicata sul sito del Comune. «È una prova questa che mi tocca, che ci tocca», scrive il primo cittadino aggiungendo «Ero già isolato come prudenzialmente mi aveva consigliato il mio medico che ringrazio per la prontezza e la professionalità dimostrata come al solito». Le ragioni che hanno spinto Resteghini a mandare un messaggio chiaro a tutti i cittadini sono evidenti e sensate: «Nessuno può ritenersi esente da un eventuale contagio», scrive il primo cittadino invitando tutti a osservare scrupolosamente le norme di prevenzione per arginare la diffusione del virus a cominciare dall’uso della mascherina. Perché, conclude il sindaco: «La prudenza, non la paura, deve aiutarci nei rapporti umani».

La lettera del sindaco Resteghini

Carissimi tutti,

sono venuto a conoscenza del referto relativo al tampone nasale a cui mi sono sottoposto per controllare se fossi contagiato dal virus covid-19. In effetti sono risultato positivo. Ero già isolato come prudenzialmente mi aveva consigliato il mio medico che ringrazio per la prontezza e la professionalità dimostrata come al solito. Non avevo particolari sintomi e quelli presenti erano lievi. Data però la mia posizione di amministratore locale e ai miei molteplici contatti in veste di sindaco abbiamo optato per un controllo e questo si è rilevato sensato.

Proprio nel mio ultimo video ricordavo che nessuno può ritenersi esente da un eventuale contagio.  È chiaro che questa situazione mi preoccupa, innanzitutto per i miei cari con i quali le cautele nei contatti sono meno stringenti. Inoltre mi preoccupo per gli altri Amministratori che frequento quasi quotidianamente e per i dipendenti comunali: con loro però l’uso della mascherina e il distanziamento sono sempre osservati scrupolosamente. Come sanno le persone che sono entrate in municipio il controllo della temperatura corporea, l’uso della mascherina, l’igienizzazione delle mani e l’interposizione del plexiglas sono sempre rispettati. Penso che ognuno di loro osserverà l’eventuale insorgenza di sintomi e si rivolgerà eventualmente al proprio medico così come tutti dovrebbero fare in caso di disturbi anche leggeri.

È una prova questa che mi tocca, che ci tocca! Una prova di cui avrei fatto volentieri a meno ma che devo accettare e voglio superare. Continuerò a lavorare da casa utilizzando la tecnologia, dal telefono al computer, ma soprattutto attraverso le persone che in municipio continueranno a collaborare con il sindaco come fanno ogni giorno. Approfitto dello spazio per ringraziare anche loro.

Ritorno a fare appello a tutti affinché l’attenzione e la prudenza ci guidino nei rapporti con gli altri. La prudenza, non la paura, deve aiutarci nei rapporti umani. Avere paura significa rifiutare i contatti mentre essere prudenti significa essere rispettosi di sé stessi e degli altri.

Auguro una buona domenica a tutti e spero di incontrarvi al più presto.

Covid, altri 39 casi a Busto e 27 a Varese. In provincia 2000 contagiati in una settimana

bisuschio resteghini sindaco covid – MALPENSA24