Busto, incontro sull’ospedale. Antonelli: «In arrivo soluzioni taglia code al Cup»

fontana gallera ospedale

BUSTO ARSIZIO – «Più attenzione alle attività che si svolgono alla Casa della salute e una guardia medica a Sant’Anna». Sono questi due degli argomenti che il sindaco Emanuele Antonelli ha messo sul tavolo ieri, martedì 27 novembre, durante l’incontro con i vertici dell’Asst della Valle Olona. L’azienda ospedaliera da parte sua ha assicurato che per i problemi del Cup sono in arrivo una serie di soluzioni tese a migliorare la situazione

Sono tante le questioni legate alla sanità e all’ospedale che sono state affrontate durante un incontro avvenuto ieri tra il primo cittadino e i vertici dell’azienda ospedaliera di Busto e Gallarate. Antonelli, infatti, ha partecipato anche in veste di presidente della Provincia.

In attesa dei prossimi passi che la Regione compirà per  dare il via al progetto l’ospedale unico in zona Beata Giuliana a Busto, sindaco e rappresentanti dell’ospedale hanno discusso delle prestazioni ambulatoriali, dei tempi di prenotazione degli esami e delle modalità di gestione del Cup, centro unico di prenotazione, ovvero tutti nervi scoperti del servizio ospedaliero e che negli ultimi mesi hanno sollevato preoccupazioni, proteste e polemiche sia tra gli utenti sia tra i medici stessi.

Nel corso dell’incontro, i responsabili aziendali hanno però assicurato che sono state già messe in atto e in corso di attuazione alcune novità per ampliare l’offerta. In particolare, sono state previste nuove assunzioni di personale per implementare l’offerta al  pubblico, l’aumento degli sportelli e l’incremento dell’orario al pubblico. In secondo luogo sono in corso di svolgimento le azioni dirette ad acquistare alcuni totem informatici per il pagamento delle prestazioni senza intervento del personale e attivato un sistema on-line di pagamento. E’ anche in corso di svolgimento un’azione di razionalizzazione dell’anagrafica delle prestazioni con benèfici effetti sui tempi di prenotazione, sul lavoro degli addetti al Cup e, infine, sulla maggiore ricettività da parte del Call Center Regionale.

Il sindaco ha poi chiesto di riprendere in mano con attenzione le attività che sono state concordate negli scorsi anni alla Casa della Salute di Borsano, ovvero odontoiatria sociale e Cup e accennato ai lavori di completamento del ripristino della struttura del quartiere Sant’Anna che dovrà ospitare la futura sede della Guardia medica.

 

busto ospedale antonelli – MALPENSA24