Celtic Wave, a Cassano Hevia e Cuig per il grande festival interceltico

Celtic wave cassano festival

CASSANO MAGNAGO – Dai creatori di BustoFolk, Gens d’Ys – Accademia danze irlandesi, in collaborazione con Uncle Bard & the Dirty Bastards, Yuba, e Rosafanti Rugby,  nasce Celtic Wave, prima edizione del Festival Interceltico ospitato dal 10 al 12 Maggio all’Area Feste di via Primo Maggio a Cassano Magnago.

Il Festival interceltico

Il Festival Interceltico nasce grazie alla volontà e collaborazione di tante associazioni del territorio con esperienza decennale nel campo della musica e della danza tradizionale con il sostegno dell’amministrazione comunale. Questa prima edizione del Festival vedrà salire sul palco dell’area feste di Cassano Magnago artisti di fama internazionale come Hevia (Asturie), Cuig (Irlanda), Fourth Moon (Scozia, Irlanda e Italia), Gens d’Ys, Uncle Bard and the Dirty Bastards, Andrea Rock e altri ancora. Tanta musica ma anche tanti spettacoli di danza tradizionale e stage, street food a tema, mercato artigianale per festeggiare degnamente il tempo di Beltane. «Ringraziamo in particolare la Città di Cassano Magnago, il Distretto del Commercio e la Consulta Comunale Attività Economiche per aver reso questo progetto possibile», dicono gli organizzatori. «L’evento si terrà in una grande area feste attrezzata e con oltre 1600mq di superficie al coperto». Tutti i concerti e spettacoli sono garantiti anche in caso di pioggia.

Il programma

Venerdì 10 Maggio

18.30: apertura porte

dalle 18.30 food truck e mercato artigianale

19.00 – 20.00 Stage di danze Irlandesi con Gens d’Ys

21.00 – 22.30 Gens d’Ys irish dance show (ITA)

22.30 – 00.00 Fourth Moon (SCO-FRA-ITA)

00.00 – 01.30 Irish Session

Sabato 11 Maggio

17.30: apertura porte

dalle 17.30 food truck e mercato artigianale

17.30 – 18.30 Stage Danze Irlandesi con Gens d’Ys

19.00 – 20.00 Fourth Moon (SCO-FRA-ITA)

20.00 – 20.30 Breve esibizione Gens d’Ys (ITA)

20.30 – 21.30 Andrea Rock (ITA)

21.30 – 23.00 Cuig (IRL)

23.00 – 00.30 Uncle Bard & The Dirty Bastards (ITA)

00.30 – 01.30 Andrea Rock Irish dj set

Domenica 12 Maggio

12.00: apertura porte

dalle 12.30 food truck e mercato artigianale

15.30 – 16.30 Stage danze Irlandesi per bambini

16.30 – 17.30 Stage Danze Irlandesi Adulti con Gens d’Ys

17.00 – 18.10 Silly Farm (ITA) – Festa a ballo irlandese

18.20 – 19.15 Cuig (IRL)

20.30 – 21.00 Breve esibizione Gens d’Ys (ITA)

21.00 – 22.30 Hevia (ESP)

Gli artisti

HEVIA (ESP)

DOMENICA 12 MAGGIO – ore 21:00

Hevia, il piper internazionale inventore della cornamusa elettronica, ha rivoluzionato la musica popolare esportandola oltre i confini storici, dopo aver venduto più di due milioni e mezzo di album in tutto il mondo. Ha vinto dischi d’oro e di platino in Italia, Ungheria, Belgio, Danimarca e Nuova Zelanda, tra gli altri paesi. Hevia è giunto al successo sulle note di Busindre reel dall’album “No Man’s Land”. A lui si deve il rinnovato interesse per la cornamusa e la musica folk in generale. Media italiani hanno detto di lui: ‘Grazie all’impatto della sua musica, scuole di musica tradizionale del paese sono ora piene di studenti’. Hevia ha vinto numerosi premi nazionali e internazionali, come la ‘Mostra Nazionale di Musica Folk per Giovani Interpreti’, il ‘Memorial Remis Ovalle’, un Premio Ondas, e diversi altri premi. Il ‘Rencontres Internationales de liutai et Maîtres sonneurs’, di St. Chartier (Francia), il ‘Bowmore’ di Lorient (Francia), il ‘Rock & Trend’ del Festival di San Remo, ‘Die Goldene Stimmgabel’ in Germania e il prestigioso Multiplatinum Award ‘ concesso a tutti quegli artisti che riescono a vendere oltre un milione di dischi in Europa. Esce nel 2018 il nuovo lavoro “Al Son Del Indianu” che è un lungo percorso che Josè ha fatto attraverso l’America latina alla ricerca delle tradizioni asturiane di quei migranti che nei primi del novecento, alla maniera degli italiani in Argentina e Brasile, si sono insediati in tutto il Sud America ma in massima parte a Santo Domingo e Cuba. Con loro anche molti gaiteros che hanno importato lo strumento principe del nord est della Spagna ed hanno creato un mix di melodie asturiane e galiziane con i ritmi sudamericani. In particolare questo lavoro è stato fatto in massima parte a Cuba con artisti cubani ed a Santo Domingo dove Hevia è andato a vivere proprio per immergersi in quell’atmosfera e farla sua.

UNCLE BARD & THE DIRTY BASTARDS (ITA)

SABATO 11 MAGGIO – ore 23:00

Oltre un decennio di attività e tour in tutta Europa per gli italiani Uncle Bard & The Dirty Bastards, una miscela esplosiva e trascinante di folk/rock e della più pura musica tradizionale irlandese, tra banjo, Uilleann pipes e chitarre elettriche. Troppo folk per gli amanti del rock, e troppo rock per gli appassionati di folk, i “Bastards” potrebbero scontentare tutti… oppure farvi saltare e ballare come mai avrete fatto prima d’ora. Tre album all’attivo, oltre 300 concerti in tutta Europa solo negli ultimi anni (tra cui il tour italiano con i Flogging Molly ed il supporto a band quali Dropkick Murphys, Frank Turner, Kensington, The Dubliners), Uncle Bard & The Dirty Bastards si sono imposti come una delle migliori band del genere e come i rappresentanti principali provenienti dall’Italia, grazie alla loro forte componente “trad” e alla loro approfondita conoscenza della musica e della cultura irlandese. Come recitava una recensione dell’album “Get The Folk Out!” (2014), Uncle Bard & The Dirty Bastards “non pretendono di essere irlandesi, bensì rendono omaggio con il massimo rispetto a musica e cultura irlandesi. Come fossero dei figli adottati di Irlanda, sono riusciti a portare una vera ventata di freschezza nella scena Celtic Rock europea”. La band è attualmente al lavoro sul nuovo album, che uscirà nell’estate 2019 e proprio in occasione di Celtic Wave presenterà i brani che lo andranno a comporre. Un occasione unica, per uno dei pochi concerti “in casa” che la band effettuerà quest’anno, dato che sarà impegnata in un esteso tour Europeo e sbarcherà, per la prima volta, anche negli Stati Uniti.

FOURTH MOON (SCO-FRA-ITA)

VENERDI’ 10 MAGGIO – ore 22:30

SABATO 11 MAGGIO – ore 19:00

I Fourth Moon nascono nel 2014 dall’incontro tra due musicisti francesi (Jean-Christophe Morel al violino e Jean Damei alla chitarra) un austriaco (Geza Frank – cornamusa e flauti) ed uno scozzese (Mohsen Amini – concertina) in occasione del Willie Clancy Festival a Miltown Malbay in Irlanda.Nel 2016 la formazione cambia introducendo David Lombardi, italiano, al violino e recentemente Andrew Waite, scozzese, alla fisarmonica. Il quartetto si esibisce con successo in numerosi festi- vals folk internazionali come l’Edinburgh Trad Fest, Le Son Continu, Kilkenny Trad Fest, Celti’Ci- mes, l’International Accordion Festival di Vienna, Shepley Spring Festival e va in tournée in Au- stria, Svizzera ed Italia nel 2017. La BBC Radio Scotland li definisce “assolutamente strabilianti” e la BBC Radio Ulster come “un gruppo che può benissimo avere un posto tra i grandi della musica tradizionale”. Alla fine del 2017, il gruppo registra il suo primo album, “Ellipsis”, che riceve numerose critiche po- sitive dalla scena folk internazionale. La loro musica, quasi esclusivamente originale, sa trasportare il pubblico in un atmosfera calma e contemplativa che però può cambiare in ogni istante in qualcosa di frizzante, ritmico e tipico delle danze popolari.

CUIG (IRL)

SABATO 11 MAGGIO – ore 21:30

DOMENICA 12 MAGGIO – ore 18:10

Cinque musicisti irlandesi vincitori di svariati titoli All Ireland, e provenienti dalle contee di Armagh e Tyrone,che stravolgono le regole con il loro coraggioso ed innovativo approccio alla musica tradizionale irlandese. Dopo l’uscita del loro album di debutto “New Landscapes”, i Cúig sono stati premiati come “Best New Irish Band 2016” dall’Irish American News. Registrato alla fine del 2015 da Sean Og Graham dei Beoga e prodotto dal pluripremiato strumentista Jarlath Henderson, “New Landscapes” rappresenta un viaggio musicale di due anni. Composto di dieci brani strumentali tra composizioni proprie, musica tradizionale irlandese e scozzese e con l’accompagnamento di una sezione ritmica rock, l’album di debutto di Cúig li ha portati ad essere oggi una delle band più importanti della musica tradizionale irlandese. Composti da Miceal Mullen (banjo, mandolino), Rónán Stewart (fiddle, uilleann pipes, voce), Ruairí Stewart (chitarra), Eoin Murphy (button accordion) e Cathal Murphy (batteria, chitarre, voce), i Cúig sembrano destinati a continuare il loro successo con l’uscita del nuovo attesissimo album, “The Theory of Chaos”. “The Theory of Chaos” presenta composizioni e arrangiamenti originali e rappresenta una potente evoluzione nel suono già caratteristico dei Cúig. “The Theory of Chaos” permette al talento musicale di ogni membro di risplendere mentre contemporaneamente si fonde senza soluzione di continuità come un ensemble per creare un album progressivo, esaltante e raffinato che colloca i Cúig in prima linea nella musica irlandese contemporanea.

GENS D’YS – Accademia di Danze Irlandesi (ITA)

VENERDI’ 10 Maggio – ore 21:00

WORKSHOP 10-11-12 MAGGIO

Sulla scia degli entusiasmanti Riverdance e Lord of the Dance, i Gens d’Ys vogliono offrirvi un’esibizione avvincente in cui lo studio del passato è oggi solida base per il dinamismo di ritmi più sostenuti. Diversi saranno i momenti dello show scanditi dal cambio frequente dei costumi, alternando danze tradizionali a sorprendenti rivisitazioni originali, recitazione, musica e canto. Fin dal 1993 l’a.s.d. Gens d’Ys è sinonimo di danza irlandese in Italia. Nata da un gruppo di amici, diventa presto la prima Accademia italiana dedicata ai balli tradizionali dell’Isola di Smeraldo. Gens d’Ys è ora una realtà ramificata con 28 sedi attive in tutto la Nazione. Numerose le partecipazioni televisive, l’Accademia gode da molti anni del patrocinio dell’Ambasciata Irlandese in Italia e, dal 2011, è Testimonial ufficiale dell’Ente Nazionale del Turismo Irlandese. L’Accademia Gens D’Ys è orgogliosa di avere con sè le prime italiane al mondo ad aver ottenuto la certificazione completa TCRG, da parte della Coimisiùm le Rincì Gaelacha nonché due ballerine qualificate per i Mondiali di Dublino 2017

ANDREA ROCK (ITA)

SABATO 11 MAGGIO – ore 20:30

Andrea Toselli, in arte Andrea Rock. Classe 1982. Punk rocker, musicista, speaker radiofonico cresciuto con la filosofia del “do it yourself” è da circa 20 anni in giro per l’Italia, sui palchi o nei club. Rock nel linguaggio, genuino nei confronti di ciò che ama; dal basket NBA ai fumetti Marvel, dagli action sport alle verdi terre d’Irlanda. Dai microfoni di Virgin Radio, a fianco le più brillanti stelle del firmamento musicale, al pub sotto casa, sorseggiando una Guinness. Un piede nel mainstream e l’altro nell’underground. “This Is Home” è il disco che sancisce la collaborazione tra Andrea Rock, musicista e speaker radiofonico milanese e Nicholas Johnson, songwriter di Cincinnati, Ohio, attualmente residente in Italia. Il disco uscirà su tutte le piattaforme e in formato fisico venerdì 15 febbraio, mentre il primo singolo/video sarà disponibile martedì 22 gennaio. “This Is Home” racconta di due mondi che s’incontrano, di due culture a confronto; tre, se consideriamo l’influenza irish folk nella scrittura di Andrea, fortemente presente nel suo primo album solista “Hibernophile” (Rude Records / Ammonia 2015).

SILLY FARM (ITA)

DOMENICA 12 MAGGIO – ore17:00

Il gruppo esegue musica tradizionale dell’area irlandese, scozzese, bretone, oltre ad un repertorio balfolk francese, italiano e internazionale. I virtuosismi al violino accompagnati dal ritmo energico delle chitarre sono gli elementi che danno origine ad un sound trascinante e coinvolgente che non fa rimpiangere la presenza di altri strumentisti sul palco e crea un clima musicale unico. La formazione è estremamente versatile e può spaziare da concerti “on the road” in semiacustico fino a spettacoli su palchi più grandi. I due musicisti hanno alle spalle la partecipazione a centinaia di concerti in Italia e all’estero, e hanno varcato i palchi di diversi importanti festival internazionali, tra cui si cita: “Danzas Sin Fronteras” (Spagna), “L’Artigiano in Fiera – Rho Fiera Milano”, “Zingaria”, “NovaAria”, “Bustofolk”, “Crepacorium Celtic”, “San Patrizio Milano Festival”, “Big Bang Folk Festival”, “Festa di San Patrizio – Arsenale di Verona” ecc. Hanno condiviso il palco con artisti di fama internazionale quali Beltaine, Gens d’Ys e Lindsey Stirling.

IRISH SESSION

VENERDI’ 10 MAGGIO – ore 00:00

Al termine dei concerti di venerdì sera si terrà la session di musica tradizionale irlandese; presenti ovviamente i musicisti italiani e stranieri presenti al festival! Un’occasione unica per una session di altissimo livello, ma che sarà aperta a tutti i musicisti trad che vorranno aggregarsi e che porteranno il proprio strumento.

Celtic wave cassano festival – MALPENSA24