Cresce il controllo del vicinato a Legnano: i cittadini contribuiscono alla sicurezza

controllo vicinato legnano sicurezza

LEGNANO – Si intensifica e si espande il controllo del vicinato a Legnano. La rete di cittadini che continua a lavorare per garantire l’efficacia del progetto di sicurezza partecipata cresce, attirando a sé sempre più volontari che vogliono dare il loro contributo per aumentare la vivibilità dei quartieri e delle strade legnanesi. Soddisfazione espressa da parte dell’amministrazione comunale, che vede l’efficacia di uno strumento di supervisione del territorio possibile anche e soprattutto grazie alle famiglie.

Sostegno alla polizia locale

Il controllo del vicinato a Legnano contava già su 700 adesioni tra i nuclei familiari, coinvolgendo anche oltre 200 esercizi commerciali. Il progetto si è esteso di recente alle zone di via Carlo Porta 122 (l’intero blocco delle palazzine Aler, 27 nuclei familiari con un coordinatore) e via XXIX Maggio (19 attività commerciali). È in corso in questi giorni lo sviluppo del progetto nelle vie D’Azeglio, De Amicis e Cappellini.  Un modo per aumentare la sorveglianza di diverse aree in città, grazie agli “occhi” dei cittadini, che si affiancano ma non si sostituiscono alla polizia locale, rappresentando un deterrente contro i furti e altri compotamenti illeciti.

Uno strumento efficace

L’assessore alla Sicurezza di Legnano, Maira Cacucci, invita la cittadinanza a continuare ad aderire al progetto di controllo del vicinato, in modo «da rendere questo strumento, che dimostra quotidianamente la sua utilità nel migliorare sicurezza e presidio del territorio, sempre più diffuso e capillare. Ovviamente rivolgo il mio ringraziamento a coloro che lo hanno fatto nascere e crescere a Legnano, dal referente locale del Controllo, Walter Valsecchi, a tutti i cittadini che si sono messi a disposizione».

controllo vicinato legnano – MALPENSA24