Case e inclusione a Gallarate. Associazioni in campo: «A cominciare dai Sinti»

Gallarate appello sinti prefetto

GALLARATE – «Tre incontri, tutti con la propria specificità, volti ad approfondire situazioni, problemi e strumenti legati all’abitare una città solidale e inclusiva, partendo dal riconoscimento della situazione plurale che costituisce la realtà delle nostre città». Nuova iniziativa della Rete delle Associazioni di Gallarate. Tre incontri per parlare anche di inclusione e integrazione: a cominciare dal “caso” Sinti.

Primo appuntamento il 15 febbraio

Il primo dei tre appuntamenti si terrà sabato 15 febbraio dalle 15 alle 18 al centro parco Cascina Monte Diviso di via Brennero 40 a Gallarate e avrà quale tema: “Sinti una situazione irrisolta”. Il riferimento è chiaramente diretto al post sgombero dell’area di via Lazzaretto al quale sono seguite polemiche e battaglie legali che hanno visto il Comune di Gallarate trovare ragione davanti ai magistrati e le famiglie Sinti con minori vedersi assegnare alloggi emergenziali. All’incontro interverranno Antonio Tosi, già docente di Sociologia Urbana e politiche della casa presso il Politecnico di Milano; Carlo Berini, di “Articolo 3” Osservatorio Sulle Discriminazioni – Associazione Sucar Drom; le famiglie Sinti di GallarateDijana Pavlovic, del Movimento Kethane (Insieme).

Disagio abitativo

«A più di un anno dallo sgombero delle famiglie Sinti da via Lazzaretto, effettuato dall’Amministrazione comunale senza prevedere delle sostanziali alternative, la situazione appare tutt’altro che risolta. – Riteniamo che il problema possa e debba essere affrontato in termini non più di emergenza, ma con soluzioni condivise. Saranno proposti esempi realizzati di possibili soluzioni abitative nate da percorsi di confronto ed inclusione in Lombardia, Emilia, Veneto – si legge nella nota di presentazione dell’incontro degli organizzatori – Per le nostre città è pero’ inoltre necessario porre attenzione alle tante emergenze ed ai diversi disagi presenti in città e in particolare relativi al disagio abitativo. Tema che verrà affrontato in un secondo incontro dedicato alle politiche residenziali pubbliche, agli sfratti, al bisogno abitativo e al diritto alla casa, anche in rapporto alle politiche regionali, il problema delle abitazioni per le fasce deboli e disagiate». Il secondo incontro, che avrà per tema “Le politiche residenziali. Tra bisogno abitativo e diritto alla casa” si terrà invece il 27 febbraio alle 21 nella sede Acli di Gallarate. Infine l’ultimo appuntamento, inerente il tema della “Città Plurale” è in via di definizione.

Le associazioni che sostengono l’iniziativa

Le associazioni che sostengono l’iniziativa sono: Acli coordinamento Zona Gallarate – Acli Provinciali Varese, Anpi Gallarate, Arci Cuac Gallarate, Associazione Famiglie Carcerati, Associazione per la pace – gruppo di Milano, Associazione Sucar Drom, Associazione Upre Roma, Cgil Varese, Famiglie Sinti Gallaratesi, I Colori Del Mondo Onlus Varese, Movimento Federalista Europeo Sezione di Gallarate, Movimento Kethane (Insieme), Volontari Aval presso via Lazzaretto 50.

gallarate inclusione associazioni sinti – MALPENSA24