Gallarate, caccia all’uomo nel parco con il machete per regolare un debito di droga

gallarate fucile auto polizia gallarate

GALLARATE – Martedì 24 settembre, verso le 17, delle urla provenienti dal vicino parco di via De Magri hanno attirato l’attenzione degli agenti del commissariato di polizia di Stato di Gallarate guidato da Luigi Marsico. La scena visibile da una finestra degli uffici di via Ragazzi del ’99 (dove il commissariato ha sede) ha fatto scattare l’allarme: un uomo, armato di coltello, stava inseguendo un gruppetto di persone.

Armati di machete, coltello e ascia

gallarate machete debito droga

Gli agenti, intervenuti immediatamente hanno fermato due uomini che hanno cercato di scappare. I numerosi testimoni presenti sul posto hanno confermato agli agenti che i due fermati, un trentanovenne di Venegono Superiore armato di coltello ed un quarantaseienne di Gallarate armato di machete, insieme ad un terzo complice – che è riuscito a scappare – armato di un’ascia, avevano minacciato un gruppetto di cittadini sudamericani, coinvolgendo nelle minacce anche altre persone. Dalle attività d’indagine immediatamente intraprese dalla polizia è emerso che il violento diverbio fosse probabilmente dovuto ad un regolamento di conti legato alla compravendita di stupefacenti. Un attento sopralluogo sul posto ha consentito di sequestrare un coltello (nella foto) probabilmente utilizzato per le minacce (Sono in corso le ricerche di ascia e machete). I fermati sono stati denunciati per il reato di minaccia aggravata dall’uso delle armi. Indagini in corso per ricostruire al meglio la dinamica dei fatti e l’eventuale coinvolgimento di altri soggetti.

gallarate machete debito droga – MALPENSA24