Per i Sinti di Gallarate arrivano le case: 5 famiglie avranno alloggi Aler fino a settembre

Gallarate appello sinti prefetto

GALLARATE – Primi cinque alloggi assegnati ai Sinti sgomberati dall’area di via Lazzaretto. Le case, in base agli accordi tra Aler e il settore Servizi Sociali del Comune di Gallarate dovrebbero essere disponibili entro un paio di settimane. Giusto il tempo di eseguire alcuni interventi di manutenzione di basso costo, come ad esempio la tinteggiatura. E’ l’esito dello screening sulle famiglie Sinti, a cominciare da quelle con minori a carico, stabilito lo scorso 31 dicembre al seguito di un accordo tra il funzionario responsabile dei Servizi Sociali, il legale dei Sinti, i rappresentanti della comunità alla presenza di esponenti delle forze di polizia.

Il 25% degli alloggi disponibili assegnati ai Sinti

Gallarate dispone di 17 alloggi da assegnare in situazioni di estrema emergenza. La norma vuole che il 25% di questi alloggi siano assegnati ai Sinti, in questo caso, visti i casi presentati. E così è stato. La graduatoria presenta un primo cittadino non Sinti al quale è stata assegnata una casa vista la domanda precedentemente presentata. I numeri, in graduatoria, dal 2 al 6 vanno invece a famiglie Sinti. Tra gli assegnatari anche la moglie di Pino, Sinti che stando a fonti amministrative risulta residente a Fagnano Olona. La moglie, invece, residente a Gallarate s’è vista assegnare un alloggio in virtù dei figli minori. Si tratta di mera applicazione della normativa, così come previsto dalla legge. Gli alloggi saranno consegnati a tempo determinato, fino al 30 settembre.
Al termine delle valutazioni effettuate dai Servizi Sociali gallaratesi la graduatoria è stata ratificata.
Settimana prossima saranno «espletate le formalità del caso – dice Pietro Romano, avvocato della comunità di via Lazzaretto – Ci hanno spiegato che gli alloggi dovrebbero essere consegnati in un paio di settimane».

gallarate sinti case – MALPENSA24