I richiedenti asilo di Ballafon fanno manutenzione nei cimiteri di Varese

VARESE – Pulizia e manutenzione cimiteri: entrano in campo i richiedenti asilo. Torna l’iniziativa per coinvolgere i richiedenti asilo in attività di pubblica utilità. In questi giorni sono cinque i ragazzi che, al fianco degli operai del Comune di Varese, sono attivi in qualità di volontari nei lavori di manutenzione e pulizia dei cimiteri di Giubiano e Belforte, per sistemare i vialetti, rastrellare le foglie e pulire le aree in vista del 1 e 2 novembre.

Sinergia Palazzo Estense Ballafon

Si tratta dei richiedenti asilo che fanno parte della Cooperativa Ballafon, che da diversi anni organizza i ragazzi in azioni socialmente utili in qualità di volontari. Un modo concreto per ricambiare l’accoglienza del Comune e della città. «Abbiamo l’occasione di collaborare ancora con la Cooperativa Ballafon, con il coinvolgimento dei ragazzi in lavori di pubblica utilità – spiega l’assessore ai Servizi Sociali Roberto Molinari – I ragazzi in questi anni sono stati attivi in molti lavori, dalla tinteggiatura di scuole e uffici alla pulizia delle strade dalle neve, fino alla pulizia dei cimiteri. Azioni che promuovono la partecipazione delle persone attraverso lo svolgimento di attività a favore della comunità locale. Un beneficio che quindi corre in una doppia direzione».

«I ragazzi sono felici di poter restituire sul territorio l’accoglienza ricevuta con lavori di pubblica utilità – dichiara Luca Dal Ben della Cooperativa Ballafon – si sentono utili e coinvolti».