La Futura dà un segnale… Forte: “Coach Lucchini non si tocca”

BUSTO ARSIZIO – Volge al termine la stagione della Futura Volley Giovani (che ha una sola partita ancora da giocare: il 25 aprile al Pala San Luigi contro Talmassons), ma in casa biancorossa si guarda già al futuro, anche per riscattare una stagione – ad onor del vero – al di sotto della aspettative. Un futuro che sarà sempre all’insegna del cuore pulsante della famiglia Forte: il deus ex machina Michele Forte, il padre Raffaele (presidente onorario), il fratello Franco (presidente), la moglie Nadia (medico sociale) e il nipote Marco (fisioterapista). Ma con loro ci sarà anche – e questa è la prima bomba di mercato –  Matteo Lucchini, il coach da cui la Futura tenterà nuovamente la scalata alla A1.

Lucchini c’è!

“A livello tecnico dobbiamo ancora parlare con l’allenatore Matteo Lucchini: non abbiamo ancora confermato nessuno, ma la nostra intenzione è di rispettare un professionista che ha fatto bene per tanti anni. Una stagione che non ha soddisfatto pubblico e società non può certo cambiare il nostro giudizio sul tecnico e sulla persona”.

L’anno che verrà

“Allo stato attuale posso già affermare che ci iscriveremo al campionato per cercare di fare meglio. Non siamo abituati ad accontentarci: abbiamo l’ambizione di fare sempre bene, rispettando ovviamente il bilancio, perché non possiamo fare il passo più lungo della gamba. Ci piacerebbe trovare un main sponsor, ma basterebbe tenere tutti gli sponsor che ci hanno aiutati durante quest’anno difficile”.

Il bilancio: tra aspettative, infortuni e Covid

“Quest’anno avevamo costruito una squadra con atlete molto giovani, per poter sviluppare un lavoro in prospettiva. Cerchiamo di tirare fuori il bene di questa stagione che, con tutto quanto successo tra infortuni, Covid, interruzioni, è stata anomala, falsando forse i valori del campo. Alla luce dei fatti gli infortuni di Latham, di Sartori e di Nicolini, e la conseguente gestione dei cambi, ci sono costati punti importanti che ci avrebbero probabilmente consentito di andarci a giocare i playoff”.

Chiudere l’anno in casa…

“Ormai siamo fuori dai giochi e nell’ultima partita cercheremo di chiudere al meglio una stagione che, pur tra mille difficoltà, siamo riusciti a portare a termine. E questo è un merito da condividere con l’intero movimento: tutte le società hanno fatto dei grandi sacrifici, specie dal punto di vista economico, per poter creare un ambiente sicuro, con rischi ridotti al minimo”.

… aspettando i tifosi

“Speriamo l’anno prossimo, in completa sicurezza, di riavere i nostri tifosi con noi. Per le casse della società, un’altra stagione senza pubblico sarebbe pesante. Il pubblico in casa ti dà sempre uno stimolo e fa parte dello spettacolo”.

Il video

Stevanovic resta a Busto: la Uyba riparte dalla sua top player

futura forte lucchini- MALPENSA24