LUPETTO FRANK “Roma costruita male in estate, ma buon punto a Napoli”

Lupetto-Frank-Roma

Francesco Ravello 

La Roma va a Napoli, reduce da una brutta prestazione con la Spal in campionato e una grande vittoria col Cska in Champions. Vedere i dati statistici, e dire che la Roma ha subito poco è a dir poco risibile. Questa è una squadra lenta che per lo più non presenta un gioco degno di questo nome e che per lo più deve subire l’irruenza della squadra partenopea. Decide di fare una partita dedita al contropiede e grazie ad un’azione corale riesce, con uno dei suoi migliori interpreti, El Sharawi, ad andare in vantaggio.

Grande Olsen

Grazie al fuorigioco che riesce benissimo e ad un grande Olsen, qui va il plauso a Savorani, uno dei migliori allenatori dei portieri, riesce a tenere quasi fino alla fine, il vantaggio, poi proprio in dirittura di arrivo non riesce a tenere da un punto di vista nervoso e l’impresa svanisce.  Al 90′ il Napoli però agguanta il pareggio, grazie anche ad una defaillance di Kolarov che pensa di essere più uno spettatore non pagante, che uno dei protagonisti della partita e si ferma ad ammirare il gol del Napoli, senza contrastarlo in nessun modo. Gli infortuni di De Rossi e Manolas non possono essere un attenuante, ma un elemento che dovrebbe portare più sconforto ai tifosi, che vedono nell’apporto di capitan futuro una risorsa importante per questa squadra.

Squadra costruita male

Alla fine, sicuramente il punto col Napoli è un ottimo risultato, ciò che grida vendetta è il fatto di aver preso 1 punto su 9 tra Bologna, Chievo e Spal. Questa squadra è stata fatta male questa estate e se a questo si aggiunge una mancanza di volontà in alcune partite, si arriva a capire perché in 10 partite sono stati fatti solo 15 punti.

Lupetto Frank Roma Malpensa24