Malpensa, rapinatori e stalker: dall’aeroporto via i clandestini

nmalpensa clandestino fuga

MALPENSA – L’aeroporto di Malpensa diventa porta principe per i rimpatri in provincia di Varese. Due espulsioni in un giorno. Gli agenti della polizia di Stato hanno scortato i due uomini sino al volo che li ha riportati nel Paese d’origine. Entrambi erano detenuti per reati gravi. Tutte e due sono peruviani.

Stalker e rapinatore: rimpatriato

Il primo ad essere rimpatriato è un uomo di 34 anni. Era detenuto nel carcere di Busto Arsizio. Nell’ordine il trentaquattrenne si è reso responsabile di stalking, lesioni, rapina e evasione. Come disposto dai magistrati nel momento in cui è stato scarcerato, dopo aver scontato la sua pena, l’uomo è stato scortato dagli agenti della polizia di Stato in aeroporto ed è stato imbarcato su un volo per Lima.

Da Malpensa 14 rimpatri in 10 giorni

Stessa sorte è toccata a un compatriota del trentaquattrenne. L’uomo, con precedenti per spaccio, furto e violazione sulle leggi in materia di immigrazione, era già stato raggiunto da un decreto di espulsione in passato. Questa volta è partito davvero. Anche lui è stato accompagnato a Malpensa e messo su un aereo per il Perù. Con queste ultime due salgono a 5 le espulsioni eseguite da Malpensa in 5 giorni. La polizia di Stato ha eseguito in tutto 14 espulsioni negli ultimi 10 giorni.

malpensa clandestini polizia – MALPENSA24