Malpensa, Rosa e Gesualdi danno il benvenuto ai ghisa di Milano

vigili ferno lonate malpensa

MALPENSA – Hanno preso servizio da questa mattina, in corrispondenza dell’avvio del Bridge, i dieci agenti di polizia locale di Milano inviati a Malpensa per sostenere i colleghi del comando dei Comuni di Ferno e Lonate Pozzolo nei tre mesi caldi della chiusura di Linate. E’ infatti la polizia locale dell’Unione che si occupa anche della sicurezza all’interno dell’aeroporto: da oggi 27 luglio, e fino al 27 ottobre, la squadra del comandante Filadoro si allarga per meglio gestire la sicurezza in brughiera.

Situazione sotto controllo

Presenti dalle prime ore del mattino, per l’avvio delle operazioni, anche i due sindaci, Nadia Rosa e Filippo Gesualdi. Che per primi hanno riscontrato una situazione «meno complicata del previsto: traffico e afflusso di persone, per ora, sono quelli di un normale sabato di luglio, che è comunque alta stagione a Malpensa», commentano. Già sul pezzo, con paletta e fischietto, i ghisa milanesi, attenti soprattutto a evitare ingorghi sul piazzale delle partenze del Terminal 1 che rischia di diventare un tappo viabilistico per tutto l’aeroporto. I rinforzi inviati in accordo con le prefetture di Varese e Milano saranno supportati, per il primo mese, da quattro vigili dell’Unione al giorno (divisi su turni: due al mattino, uno al pomeriggio e uno la sera), per garantire, specialmente all’inizio, assistenza su un territorio che normalmente non è di loro competenza. Negli ultimi due mesi del Bridge, sarà soltanto un agente ad affiancarli, anche per non togliere eccessive forze dai territori di Ferno e Lonate. I vigili hanno a disposizione una base operativa messa a disposizione da Sea all’interno dell’aeroporto. E questa mattina spiegano di aver trovato «funzionale ed efficiente» tutta la macchina predisposta dal gestore aeroportuale per meglio affrontare i prossimi tre mesi a Malpensa, che comprende, oltre alla polizia locale, diverse figure a supporto dei passeggeri ma anche dei lavoratori che arrivano in brughiera da Linate.

Facilitatori per passeggeri e dipendenti

I facilitatori per i dipendenti di Sea sono la vera novità di questi primi giorni di Bridge. Sono infatti 700 i lavoratori che ogni giorno arriveranno a Malpensa dal Forlanini: per guidarli in aeroporto, Sea ha disposto circa una trentina di facilitatori, appositamente attrezzati con maglietta e paletta gialla. «Siamo divisi in squadre da 7-8 persone, e presidiamo i quattro turni di cambio del personale: per i primi 15 giorni di Bridge aiuteremo i colleghi di Linate», spiegano.  Accanto a loro, in casacca azzurra, operano invece i facilitatori per i passeggeri: sul piazzale esterno, in area check-in e agli imbarchi, i “Passenger help” sono operativi da questa mattina per aiutare i “nuovi” viaggiatori a orientarsi.

vigili ferno lonate malpensa – MALPENSA24